Apr 12

Capannelle Galoppo: le corse di domenica 14 aprile

Capannelle GaloppoDomenica super, obiettivo Parioli ed Elena, ma si affilano le armi anche per le Oaks. Capannelle da' il via alla sua vera eccezionale primavera e non manca la Tris. Ecco le grandi domeniche di Capannelle. Ecco la pista dove si fa, insieme a San Siro, la vera selezione in Italia. Stiamo per vivere un pomeriggio magistrale, di quelli che ogni vero appassionato segna con il circoletto rosso per non mancare. Daumier in vista del Parioli, Torricola che porta all’Elena, San Giuseppe per il cammino del Derby, il Camuffo per le Oaks e il Carlo Chiesa tradizionale incontro per le flyer rosa che poi andranno al Tudini ma volendo, se tre anni, anche all’Elena.
Una festa assoluta e Capannelle la vuole vivere nel migliore dei modi.

Sette corse, cinque volte la pista grande dove avviene la selezione come per la corsa in pista dritta e una volta il dirt. Cinque super condizionate che valgono la listed e due handicap con le distanze dai 1200 ai 2100. Ecco il menu per palati fini che Capannelle sottopone ai suoi appassionati. Il Daumier porta al Parioli, lo afferma in maniera chiara l’albo d’oro che non mente: Libano, Al Rep, Ramonti, Spirit of Desert , Le Vie dei Colori, Hero Look sono tutti laureati classici e Vedelago fu secondo di un soffio. Con queste premesse occorre osservare attentamente i protagonisti della edizione 2019 che è anche ultimissima chiamata per il 28 aprile, a due settimane. Ecco in campo Altrimenti e Armageddon attesi a lievitazione dopo la corsa di rientro, ecco Bardellago che ha volato, Frozen Juke in forma smagliante che tuttavia accorcia di nuovo, Bloody Love che invece allunga ed ancora Malibu Roan atteso in crescita come Romantic Walk reduce dall’Arconte. Gran bella corsa come sempre.

Non sfugge alla regola aurea neanche il Torricola che porta per forza all’Elena ma anche, attenti bene, alle Oaks dove dopo questa corsa sono andate a vincere Folega e Dionisia. Verso il miglio di fine aprile sono volate Golden Nepi, Beauty to Petriolo My Sweet baby e con posizioni di rilievo anche Aria di Festa oppure Sweet Gentle Kiss mentre Lara’s Idea andò a vincere il Lidia Tesio. E questa volta? Ecco Birthday Party che riappare dal vittorioso Criterium Femminile sullo stesso tracciato del miglio in pista grande. Ecco Crisaff Queen che in quel Criterium fu terza. Ecco Glimies e Dehara che furono in corsa nel Repubbliche Marinare dove Crisaff Queen seconda precedette Birthday Party. Ecco ancora Intense Battle, Pabble Beach e Mathura che vengono dal pisano Ceprano e Nonna Grazia che rientra e allunga.

Due corse che sono pietre miliari nello sviluppo della selezione italiana e che gusteremo appunto domenica insieme al San Giuseppe sui 2100 che è una prova strepitosa in vista del Nastro Azzurro. Pensate che da questa corsa sono passati Urgente (quarto derby), Distant Way (quarto Derby ma primo nel Repubblica) , Lord Chaparral (quarto derby e secondo nel Jockey Club) , Rob’s Love (terzo derby), Sneak a Peak (quarto derby) , Wild Wolf (secondo derby) , Wish Came True (secondo derby), Full Drago (terzo derby) , Mac Mahon (primo derby) e Henry Mouth (secondo derby) . Non crediamo serva altro per raccomandare a tutti di non perdere assolutamente questo San Giuseppe che vede in campo Full of Lying che in due prove non ha conosciuto sconfitta e che ha lasciato ottima impressione. Contro ecco Shikami in chiara ascesa, ecco After Storm, oppure San Gregorio sempre un piazzato di Berardelli ed ancora Tialleno e Trita Sass possibile in crescita.

Il Carlo Chiesa ricorda uno dei più illuminati dirigenti, proprietario e allevatore del turf italiano moderno. Nel corso del tempo la corsa è purtroppo passata da pattern a listed ed ora condizionata ma la edizione 2019 è nobilitata dalla presenza della vincitrice dell’Aloisi Charline Royale. Da sola garantisce spettacolo e certamente sarà cresciuta dal rientro. Sul suo cammino ecco (la corsa è per sole femmine sui 1200 e volendo, per una tre anni, può anche portare all’Elena) Donnavventura in forma smagliante, Geraldine, Nikisophia e Olympic Star.

Infine il Camuffo, Lorenzo è stato in gentlemen finissimo ed un dirigente altrettanto importante. Si rimette in cammino in direzione Oaks, siamo sui 2000 metri, la laureata del Campobello in maniera impressionante ovvero Call Me Love. Sarà opposta a Despina, Fa Niente, Jillary e Zolushka. Come sempre non manca la corsa tris, tutti , in 12, sui 1200 e sul dirt capeggiati da Bridge Destiny Man e con anche Blaugrana, Invito a Sorpresa, Caccia alla Volpe e Selfiestick. Non resta che vivere una domenica che da realmente inizio alla grande primavera del galoppo italiano, quella di Capannelle.

Tra due settimane il Dubai Day con Parioli , Elena e Botticelli.

Il 19 maggio Derby Day con anche Repubblica, Tudini, D’Alessio e Sbarigia ed infine gran chiusura il due giugno con il festival degli handicap principali.
Buon divertimento!

Questa news è stata letta 944 volte dal 12 Aprile 2019