Mag 3

Arcoveggio: le corse di domenica 5 maggio 2019

Ippodromo Bologna genericaGocciadoro/Di Nardo, scontro al vertice. Una grande domenica di corse attende gli appassionati felsinei al trotter dell’Arcoveggio, con il gotha delle redini lunghe ad impreziosire il riuscito convegno grazie alle prestigiose presenze di tre dei primi quattro driver in classifica, spesso in aperto dibattito nel lungo dipanarsi agonistico della giornata, che vede Gocciadoro e Vecchione impegnati in cinque corse ed il giovane campione italiano contrapposto ai due acerrimi avversari in tre sfide.

La disamina tecnica parte dalla prova a maggior dotazione della giornata festiva, miglio riservato alla leva 2016 posto come quarta manche del palinsesto, con sette soggetti al via e due sorelle d’arte a dividersi i favori del pronostico, la plurivincitrice Angela Caf e la promettente Azdora, atout di Gocciadoro e Di Nardo nonché consanguinee dei classici Super Star Reaf e Faruz sulle quali incombe, però, la concreta minaccia Alex Mede Sm, la carta di un lanciato Roberto Vecchione e di un rinfrancato Holger Ehlert, reduce da tre vittorie in sequenza e considerato prospetto dalla concrete ambizioni classiche.

Il convegno aprirà le danze alle 14.55 in compagnia dei tre anni alle prese con i due giri di pista, sfida che l’invitta Arma Wise As prenota in sede di antepost sull’allieva di Roberto Vecchione, Ardimentosa Luis, e sulla debuttante del giovane Di Nardo, mentre alla seconda il testimone passerà ai gentlemen e a dodici anziani di loro proprietà, per un handicap sulla breve distanza che potrebbe premiare la forma di Urano Cup, pupillo di Gianluca di Venti, o la velocità dell’esperto Sire Di Azzurra, partner di Matteo Zaccherini, capolista nazionale con 16 vittorie, senza trascurare la vena del penalizzato Rossano, brillante vincitore al trotto montato ed oggi interpretato da Luciano Marchi, appassionato romagnolo che accudisce personalmente il suo portacolori.

Si torna ai prof con la terza corsa, miglio per cadetti con Gocciadoro e Zambia di Pippo ai vertici del betting ma con Vp e Zoom Roc seri competitor, senza peraltro trascurare Zetajohn Pizz, oggi in versione Roberto Vecchione, da seguire in ottica podio.

Poi, anziani a contendersi la vittoria e cronometri bollenti per la presenza di provetti velocisti, su tutti, la statuaria Vikinga di Pippo, l’aitante Van Helsing Font ed il teutonico Tyrolean Guy, rispettivamente proposti dal sempiterno Gocciadoro, dal felsineo doc Maurizio Cheli e dal giuliano d’importazione Pisacane, per non parlare di Vodka Bay, vista in grande forma come peraltro tutti gli effettivi del team Lovera. Il convegno si avvia al suo epilogo non prima di aver visto all’opera eccellenti quattro anni alle prese con il doppio chilometro, per un pronostico aperto alle più svariate alternative tattiche, dal volo in avanti di Zonin Jet e Francesco Facci, al preventivato pressing della Gocciadoro, Zambesia Dany, ed alla corsa d’attesa del duo Zipper Kronos/Pisacane, mentre la corda pur in seconda fila potrebbe essere un buon viatico in ottica podio per gli affiatati Zioprimio Op e Antonio di Nardo, chiudendo nel segno degli anziani e dell’atteso Tomos D’Aghi, decisamente il migliore del nutrito lotto su cui spiccano anche Shaghy e Velox Mail.

Appuntamento successivo alle corse giovedì 16 maggio.

Durante il pomeriggio di corse: Presentazione del Libro “1919-2019 Cento volte Coppi” di Roberto Fiorini e Claudio Pesci

In occasione del centenario della nascita di Fausto Coppi (15 settembre 1919) l’Associazione che porta il suo nome e quello del fratello Serse, ha pubblicato questo libro per celebrarne la ricorrenza con le testimonianze di uomini e donne delle Istituzioni, dello sport, dello spettacolo, di tifosi, di chi lo ha conosciuto e di chi ne ha sentito soltanto raccontare, o letto, delle sue imprese. All'ippodromo bolognese, oltre alla presentazione del libro, la Mostra dei disegni di Claudio Pesci che lo illustrano.

Questa news è stata letta 781 volte dal 3 Mag 2019