Mag 17

Arcoveggio: resoconto di giovedi' 16 maggio 2019

Bologna Arcoveggio particolareNessun problema per Tantalio. Emozioni regalate dai protagonisti in tutto il suo itinere nel pomeriggio bolognese, riscaldato a tratti da un tiepido sole; sin dal prologo, un miglio per quattro anni in sediolo ai quali si sono dati battaglia i migliori gentlemen della penisola, con la presenza degli inquilini del podio provvisorio 2019, Zaccherini, Monti e Rebecca Dami a offrire ulteriore pathos alla vicenda, che ha visto primeggiare in 1.14.9 la coppia Zaffiro Jet/Filippo Monti dopo corsa di testa nei confronti di Zakk Wilde e Michele Canali, mentre al terzo posto si sono piazzati Zagara Dei Greppi e Nicola del Rosso.

Giovani virgulti alle prime armi e anziani di lungo corso sono scesi in pista alla seconda, con numerosi capovolgimenti di fronte durante i due giri di pista e la vittoria, a quota siderale di Pensiero Adri e Mauro Parussati nei confronti degli estremi outsider Showgirl ed Emanuele Masoero, mentre Pickering e Giusy Savarese hanno salvato il terzo posto dopo aver condotto per gran parte della gara, il tutto in 1.16.2, ragguaglio non trascurabile per la categoria.

Netti favoriti, Vortice D’Amore e Antonio di Nardo hanno fatto propria la terza staccando in 1.14.2 nei confronti di un tonico Velez D’Aghi e di Velox Mail, mentre alla quarta Zaira Dvs e Antonio Greppi hanno facilmente disposto degli avversari spaziando in 1.14.8 dopo percorso d’avanguardia, nei confronti di Zoe Bs, Francesco Ruffo e Zucchero Sere, giunti ad ampio margine. Favorito poco sotto la pari alla quinta corsa, Ares Gar ha presto abbandonato la contesa a causa di una irrimediabile rottura con Aldebaran e Stefano Baldi vittoriosi di misura e alla media di 1.16.6 davanti alla nuova allieva di Battista Congiu e Roberto Andreghetti, Amerique Clemar e al compagno di franchigia Altair, mentre alla sesta, in box per problemi di ordine fisico Tatanka Cup e Saiano Lod, era la rientrante United Roc a scandire i parziali e tentare la rivalsa sul netto favorito Tantalio che però ne ha debellato le deboli resistenze vincendo in 1.13.1 per la doppietta di Antonio di Nardo che ha così completato l’inseguimento ai vertici della classifica nazionale su Gocciadoro staccandolo di una vittoria; al secondo posto la positiva Rouen Peste Tft e al terzo una sorprendente Raissa Sere. Un paio di ritiri alla settima, l’handicap di prammatica dei giovedì bolognesi, che aveva in Vivace Bargal un favorito dalle concrete chance ed è stato proprio il cinque anni di Antonio Velotti ad avere la meglio su Sri Lanka e Tom Ford Bi, quest’ultimo a beneficiare della squalifica per ambio da parte dell’estremo penalizzato Singer Del Ronco.

Prossimo appuntamento fra una decina di giorni, domenica 26 maggio, alle ore
15.

Questa news è stata letta 85 volte dal 17 Mag 2019