Mag 20

Merano: resoconto di domenica 19 maggio 2019

Ippodromo di MeranoApertura stagionale per l'ippodromo di Maia in una domenica "inglese" con pioggia alternata a squarci di luce. I colori più in vista di questa anomala (climaticamente) giornata, a maggio inoltrato, sono stati quelli gialli e nero della Scuderia del Signor Aichner che ha potuto gioire grazie a due belle vittorie nelle due prove più significative del pomeriggio. Tra più che buoni steepler anziani Zanini ha subito confermato le grandi aspettative su di lui riposte ed è venuto a capo di una contesa che ha vissuto il suo momento topico al salto del muro dove l'atteso Al Bustan commetteva un errore tale da suggerire a Jan Faltejsek prudenziale rallentamento prima del salto del verticale. Uscito di scena il vincitore del Gran Premio Merano 2017, e venuto a mancare quello che si prospettava come un duello di alto profilo, per Zanini la via del traguardo si è improvvisamente spalancata, senza lesinare però spinta energica a tutta dimostrazione di una ottima adattabilità al terreno. Bene alle sue spalle il compagno di colori Piton des Neige, ex francese anch'esso a suo agio sulla pista allentata sul sorprendente Burrows Lane. Terza vittoria consecutiva negli ultimi tre anni  per la scuderia meranese dopo Nando e Home Please in questa corsa.

Il terreno bello morbido ha dato gran slancio anche ad un altro ex francese, Prince d'Orage, sempre colori Aichner, che dopo aver lasciato sfogare un arrembante Leonardo Da Vinci, è stato ben calibrato da Jo Bartos per cogliere gran bel primo piano sullo steeple riservato ai quattro anni. Eclissatosi il Leonardo di Troger a concludere al secondo posto è stato Edef Xam, niente male in questo test sugli ostacoli alti e ben predisposto. Solo terzo il grigio Leonardo da Vinci oggi troppo aggressivo sul percorso. 

Tra i novizi sulle siepi gran bel numero di Alanui che Jiri Kousek ha impostato in coraggiosa corsa di testa. Reattivo anche dove la fatica comincia a mordere,  nel mezzo giro finale, l'allievo di Davide Viola ha trovato sempre risorse per respingere gli attacchi dei suoi avversari, tra i quali si sono fatti notare gli attesi Noble House e Toi Meme, venendo a vincere da un capo all'altro.

La Prima corsa della stagione, in apertura di pomeriggio, ha visto emergere un puntuale Noismaker, che il team Pacifici tiene in efficienza da anni, e che ha regalato ad Orlando Pacifici una bella soddisfazione. Nelle prove in piano Claudia Wendel ha ripreso il discorso dove l'aveva lasciato lo scorso autunno, centrando un'altra vittoria sulla pista per merito del redivivo Ragner, a suo agio su distanza e terreno. Nelle altre prove assolo di Lamarck con Riccardo Belluco ed in chiusura di Mr Eugenio con Renato de Rossi. Nel mezzo il bell'assunto di Pia Maria con ..Kathrin Erschbamer (altra amazzone in confidenza col traguardo) nella competizione per cavalli haflinger. Una bella domenica all"inglese " è andata cosi agli archivi ed è gia tempo di pensare alla prossima.

Questa news è stata letta 387 volte dal 20 Mag 2019