Giu 30

Cesena: resoconto di venerdi 28 giugno 2019

 Taormina MailOuverture nel segno dello spettacolo. Posto come quarto appuntamento della serata, l’handicap abbinato alla scommessa TQQ Premio Il Resto del Carlino, ha eletto l’ospite Trupiale Jet a favorito tecnico della contesa, molte le alternative con il primo nastro assai gettonato al betting grazie alle presenza di Something, Taormina Mail e Toll Free Bi, mentre tra i penalizzati spiccavano Ubi Jet, lo specialista Severino e lo scandinavo Nose Gear, molti anche i sostenitori dell’estrema penalizzata Unica Cagemar. Dopo una partenza rimandata, Trupiale e Vincenzo D’Alessandro assumevano in breve l’iniziativa su Taormina Mail e Something, di galoppo Sri Lanka e al largo Ubi Jet cercava di recuperare il gap prendendo la scia di Toll Free Bi. Nessuna variante sul tema, Trupiale saldo leader e gli altri in scia, poi all’ingresso in retta, lo scatto al largo di Uragano Dei Lady anticipato da Something e i due tentavano l’aggancio con Trupiale mentre all’interno si incuneava Taormina Mail che passava sullo stanco battistrada solo avvicinato da Something, terzo su Uragano con Valbondione Luis a completare il marcatore. La bella vittoria di Taormina Mail, allieva di Maurizio, conquistata con tre giri di pista a media di 1.15.9, alimentava quote che svariavano da 101 euro per la tris, 315 per la quartè e poco meno di 1000 per la scommessa quintè.

Prima sfida della serata – Premio QS Quotidiano Sportivo, un miglio riservato alla leva 2016 con la stimata allieva di Lorenzo Baldi, Anna Maria Italia grande favorita al tot ma assai deludente alla prova dei fatti con una irrimediabile rottura a portarla anzitempo al box, mentre la vittoria è andata alla sorprendente Anny Pan che, dopo percorso all’estrema attesa si è affermata in 1.14.9 ben guidata dal suo trainer Francesco Virzì, al secondo posto Amerique Clemar ed al terzo il colpevolmente trascurato Aramist. Alla seconda – Premio IlRestodelCarlino.it, prepotente ritorno al successo da parte di Zero Gravity che Roberto Andreghetti ha guidato con fiducia in un coast to coast chiuso in 1.14.2 su Zacapa Grim e Zampillo Op. Gentleman in vetrina nella prima delle tre batterie di qualificazione al Campionato Italiano di categoria – Premio Quotidiano.net, miglio per cadetti che Zori ha dominato da un capo all’altro regalando punti importanti ad un lanciato Carlo Hudorovich, mentre Zero Giulia e Michele Canali hanno preceduto Zapotec Del Falco e Mille Zanichelli per la piazza d’onore, il tutto in 1.15.1. Arrivo a fruste alzate alla quinta corsa – Premio Il Resto del Carlino Cesena, match tra il leader Occulto e l’appostato Tuamotu Baba e successo di quest’ultimo in 1.16.2 per la guida dell’ispirato Vp, terza la diligente Vittoria Caf sempre alla corda sin dal via. Alla sesta Premio Il Resto del Carlino Enigmistica, undici lady ridotte a dieci per il ritiro della probabile favorita Valez e bel primo piano alla media di 1.15.1 per Umber Kronos, altra allieva di Giorgio Cassani come Zero Gravity e come la compagna di franchigia guidata dall’ispirato Roberto Andreghetti autore di un meritato doppio mentre per le piazze, Viper Pink ha beffato in prossimità del palo Vitamar; da segnalare la prova maiuscola di Visy Pan solo quarta all’epilogo ma vera movimentatrice della contesa con due giri al largo in continuo pressing sulla leader Umber ed in chiusura, tre anni alla ricerca della prima vittoria in carriera e mission compiuta per Asterix Grif, a segno nelle mani di Antonio Greppi dopo gara d’attesa mentre per le piazze Antilla Pit ha preceduto l’estrema outsider Alena D’Amore.


Un tributo all’ingegner Tomaso Grassi
A metà serata si è svolto un omaggio all’ingegner Tomaso Grassi, Presidente di HippoGroup Cesenate, scomparso lo scorso dicembre. Guidatori, collaboratori e dipendenti della Società ed il pubblico della tribuna hanno applaudito commossi la figura dello storico presidente della Cesenate.


Acrobazia aerea
Non solo corse nella serata di inaugurazione della stagione 2019 dell’ippodromo del Savio. Gli intervalli tra le corse sono stati allietati dalla performance dell’artista acrobatica Cecilia Alessandrini di Teatro Libe. Tre interventi sotto il segno della luna, per lo spettacolo dal titolo “Fly me to the moon”.


Spazio alla cultura
Ospite nella serata dedicata a “il Resto del Carlino”, Giancarlo Mazzuca, che è stato senza dubbio uno dei direttori più conosciuti della testata, nell’intervista rilasciata a Paolo Morelli ha raccontato la genesi del suo ultimo libro: “21 luglio 1969. Quel giorno sulla Luna. La conquista dello spazio cinquant’anni dopo.”, scritto in coppia con il giornalista Luca Liguori. Quest’ultimo, presente a Houston durante le delicate fasi dell’allunaggio, le raccontò ai microfoni di radio RAI per rendere partecipi tutti gli italiani di questo eccezionale evento.

Questa news è stata letta 348 volte dal 30 Giugno 2019