Lug 6

Cesena: le corse di sabato 6 luglio 2019

 premiazione GP Riccardo Grassi 2018Campioni sotto le stelle al Savio. Il Savio in livrea attende in trepido fermento la sua prima serata “classica “ del 2019, con il Gran Premio Riccardo Grassi in edizione super lusso ed un corollario tecnico di primordine a lanciare il trotter cesenate ai vertici nazionali, il tutto a partire dalle 21.00 del primo sabato di luglio, sino alle porte del nuovo giorno. La lunga ed appassionante storia del Grassi riporta alla mente fior di campioni, dal primo vincitore Lightning Larry, che Edy Gubellini guidò con la consueta sagacia tattica, allo stacanovista Waymaker, passando per il giramondo Unforgettable, sono alle volate a tempo di record di Peade Of Mind, Tamure Roc e per ultimo Uragano Trebì che con 1.11.7 detiene il limite cronometrico della corsa. La magia dei numeri ha regalato un sorprendente sorteggio dal quale è lecito attendersi spettacolo e pathos sin dai primi metri di corsa, con Sonia, Tamure Roc, Tina Turner a disputarsi la leadership assieme al grintoso Vernissage Grif e alla chiacchierata Peace Of Mind, mentre il generoso Deimos Racing dovrà fare i conti con lo scomodo avvio al largo di tutti e dalla seconda fila, Uragano Trebi, Very Joy e Victor Chuc Sm attenderanno gli eventi prima di proiettarsi al largo e dire la propria in ottica traguardo, per ultimi Tantalio e Toscarella, spettatori interessati ad un posticino nel marcatore . Record in bilico e grande equilibrio, soggetti in forma e qualcuno alla ricerca dei motivi migliori, la parola passa quindi ai rispettivi driver, con Renè Legati galvanizzato dalle vittorie scandinave, Santo Mollo in forma europea, Andrea Farolfi lanciato dai successi classici di un 2019 ai vertici nazionali, mentre Genny Riccio cerca la consacrazione con il suo biondo pupillo ed Andrea Guzzinati non vuole far rimpiangere Alessandro Gocciadoro a bordo della decenne Peace, Enrico Bellei, per suo conto, non ha dimenticato il Campionato Europeo dello scorso anno e Robi Vecchione vuole regalare l’ennesima gioia al team Ehlert, con i campani Gaetano di Nardo e Mario Minopoli Jr in vetrina con soggetti dalla confortante condizione atletica e due validi catch come Greppi e Maurizio Cheli in campo senza remore ad accompagnare performer di qualità anche se sulla carta interiori agli avversari odierni.

Prologo riservato ai gentleman impegnati senza frusta in un handicap abbinato al Trofeo Gentlemen For Life, corsa che sancisce il rientro agonistico del campione Osiride Grif, oggi in versione Michele Canali e chiamato ad inseguire il decaduto Richelieu Terzo ed il suo partner Filippo Monti e l’ardente Ranger Wood Sm a formare coppia tutta marchigiana con Cristiano Pepponi, poi, miglio in rosa per tre anni e pronostico in bilico tra Alaska Gams e Albachiara Dipa, guide di Andrea Guzzinati per il training di Gocciadoro e Roberto Vecchione per il fido Ehlert, con Annina temibile a percorso netto ben supportata da Andrea Farolfi. Alla terza, ancora la lettera A in vetrina in una sfida open che vede nuovamente la giubba gialla di Gocciaodoro ai vertici del pronostico, questa volta con Amon You Sm in versione Greppi, mentre per Adeline e Bellei il ruolo è quello prime alternative sulla coppia Ares Del Ronco/Vecchione. L’asticella prende il volo alla quarta, con i cadetti ad incrociare le armi sul miglio e le amletiche Zoe Degl Dei e Zia Paolo Jet, affidate a Bellei e Prestipino, ad inseguire una vittoria scacciacrisi dopo mesi di nulla di fatto preceduti da brillanti perfomance classiche datate però 2018, ad attendere le due coppie in viaggio dalla Toscana, gli affiatati Zaffiro Roc e Santo Mollo, nonché Zarrazza Italia e Zeno Tab, le proposte di Lorenzo Baldi e Gianni Targhetta. Si prosegue nel segno dei 5 e 6 anni con Vento del Pino e Vecchione a ribadire feeling acclarato contro i ferraresi Vaciglia e Bortolotti, senza trascurare le qualità di Viperina Spin, Volt Deimar e Visy Pan, carte dalle considerevoli chance per Maurizio Cheli, Il “bel” Renè Legati e Salvatore Valentino, mentre alla sesta, reduci da contesti classici si sfidano sui due giri di pista per l’attesa consacrazione a miler di razza da parte del veneto Tinto, allievo di Andrea Sarzetto che l’altro Andrea, il felsineo Farolfi, proietterà all’avanguardia con il “personale “nel mirino ed avversari come Vesna, Venanzo Jet, Santiago D’Ete e Una Bella Gar a dare filo da torcere in chiave vittoria. Si chiude con la prima “stagionale”del Trofeo senza frusta, must dell’estate cesenate che dopo 5 manche agonistiche, vivrà il suo acme i in occasione della serata del Campionato Europeo, ed intanto suggerisce di seguire Zax Club, Zelda Trio e Zoe Dei Men ed i rispettivi partner, Bellei, Stefani e Targhetta.

Questa news è stata letta 540 volte dal 6 Luglio 2019