Ago 11

Cesena: resoconto di venerdi' 9 agosto 2019

 arrivo All. Folli 2019Zebu Wf vince e convince. Serata del venerdì nel segno dei cadetti all’ippodromo del Savio, con dieci esponenti della leva 2015 in pista nel clou dedicato all’Allevamento Folli, nome di riferimento per l’attività stalloniera nel panorama mondiale. Il ritiro pomeridiano di Zemellino ha ridotto di un’unità i partecipanti di una corsa che aveva in Zephyrus Gm un chiaro favorito e nell’altro ospite toscano Zebu Wf una valida alternativa in ottica vittoria; Zarina D’Amore veniva indicata come l’ideale terza forza. Partenza al fulmicotone e Zebù Wf proiettato in avanti da Roberto Andreghetti su Zarina D’Amore e Zante Di No, mentre Zephyrus rimaneva al largo e presto si profilava all’esterno del veloce battistrada. Ritmo sollecito e poco spazio agli attaccanti, Zebù a scandire parziali, Zarina alla corda su Zante mentre Zephyrus irretito dalla velocità del leader arretrava sensibilmente ed in retta, tentativo di stacco del leader e arrivo a tre con Zarina all’esterno e Zante in open stretch e il palo a sancire di misura la vittoria di Zebù Wf che in 1.13.1 regalava il raddoppio al trainer Erik Bondo ed a Roberto Andreghetti, mentre Zante di No ha sorprendentemente chiuso al terzo posto.
Puledri in apertura nel nome di Brillantissime, uno degli stalloni di punta dell’impianto con sede a Mordano e tutto come da copione per Bella Winner, ennesima proposta targata Tiberio Cecere guidata con perizia da Vp cui sono bastati 600 metri per disporre con facilità di Balillas Light mentre al terzo posto si è piazzato l’iniziale leader Bugatti Ferm, media di 1.18.1 per la vincitrice foriera di eccellenti aspettative future. Alla seconda, affollato handicap abbinato alla seconda tris nazionale, delusione per i molti sostenitori di The Best Of Glory plebiscitario favorito mai nel vivo della contesa e solo quarto all’epilogo con la vittoria ad arridere al ritrovato Uppymar, vincitore in 1.17.0 nella mani di un ispirato Marco Stefani nei confronti dell’iniziale leader Ranger Wood Sm e di Uftedmar. Gentlemen in vetrina alla terza corsa, assolo per Vitesse Play e Andrea Nunziata che in 1.15.2 hanno facilmente disposto di Udette Jet e Roggia Rl, mentre alla quarta successo senza patemi per Verdon Wf e Andreghetti, vincitori alla siderale media di 1.12.8 su Veronese e Vampria Gifont. Alla quinta, altro suggello per un favorito con il facoltoso Athos Grif a segno in 1.15.8 su Adrenaline Bi e Atena Francis per il primo hurrah serale del capolista locale Roberto Vecchione, per chiudere con il premio Pitagora Bi, rocambolesco vincitore di un Continentale targato 2013 con il solitario coast to cost di Zaffiro Top che al terzo impegno settimanale ha vinto nelle mani di Vp, autore di un brillante doppio precedendo in 1.16.3 Zelig Vl e la trascurata Zebrina.

Durante la serata di corse, negli intervalli tra le varie competizioni, per la rassegna “Autori in Pista” curata dal giornalista Paolo Morelli, è stato presentato il libro scritto dagli avvocati Enrico Sirotti Gaudenzi e Cristina Paolini: “Legittima Difesa dopo la Riforma” (Casa ed. Rivelino). Spazio anche alla musica in questo venerdì al Savio, le due giovanissime cantanti Asia e Emily Arpino sono state protagoniste degli interventi dedicati alla versione estiva del talent di Teleromagna “Degni di Nota”.

Questa news è stata letta 321 volte dal 11 Agosto 2019