Ago 14

Cesena: resoconto di martedi' 13 agosto 2019

 premiazione Pr. Fattoria Nicolucci 2019Clou del martedì nel segno di Vandalo Gio e Francesco Facci. Velocisti di rango hanno impreziosito il divertente martedì cesenate incentrato sulla sfida programmata come sesto evento serale “Premio Fattoria Nicolucci”, un miglio che nonostante le defezioni di Nose Gear e Tarim non ha tradito le attese premiando una delle coppie maggiormente seguite al betting, quella formata da Vandalo Gio e Francesco Facci che, dopo aver forzato in partenza per passare su Uisconsis Vol, hanno mirabilmente gestito la contesa respingendo ogni velleitario tentativo degli avversari, compreso quello di Usque Dl e dei netti favoriti Unique Rek e Vecchione, staccando in arrivo per vincere a mai basse in 1.13.0 su Uiscosis Vol e Ultras Grif, diligentemente terzo sin dalla partenza.
Emozionante arrivo in apertura di serata, un miglio per cadetti con i gentlemen in cabina di comando, sfida risolta al fotofinish a favore dei colpevolmente trascurati Zero Giulia e Michele Canali che in 1.16.0 e con l’ausilio dell’open stretch, hanno beffato l’accorrente Zatox Vik e Filippo Monti, terzi i plebiscitari favoriti Zayn Malin e Marco Castaldo, il tutto dopo che Zagara N’Bigi e Giovanni Ghirardini avevano condotto sin dal via crollando a cento metri dal palo, poi alla seconda, tris nazionale in schema ad handicap e sulla breve distanza, con il favorito Turbo Bye Bye beffato a fil di palo da un sorprendente Tomè Dei Greppi, vincitore in 1.15.5 con un ispirato Marco Basile alle redini, mentre Rasputin Font completava il podio e la tris lievitava ben oltre i 900 euro. Ancora i cadetti alla terza corsa, partenza ai nastri e duemila metri da percorrere con Zorro Gual a rispettare il pronostico ed affermarsi in 1.15.5 nelle mani di Roberto Vecchione mentre un diligente Zebù Risaia Trgf teneva a rispetto Zahidan Best per il terzo gradino del podio. Alla quarta tutto facile per l’inviata del team Gocciadoro Alice Grif, facile al comando e poi prevalente in 1.14.2 su Ancora Tu Bigi e Aesir Selva, con Marco Stefani brillante interprete. Replica per i tre anni alla quinta corsa e bel primo piano per A Wonder Bi, allieva di Erik Bono che l’ha interpretata personalmente per i prestigiosi colori della Galla Placidia vincendo i 1.15.5 su Amelie Pan e sulla trascurata Ava Mail. In chiusura, copione rispettato per Untouchable Lg e Roberto Vecchione, doppietta per il driver campano e successo in 1.16.2 per il sei anni di colori franco/belgi che ha preceduto il grintoso Uragano venuto a battere nelle fasi conclusive la front runner Vanda La Guapa.

Questa news è stata letta 158 volte dal 14 Agosto 2019