Nov 8

Capannelle Galoppo: le corse di domenica 10 novembre

 Presidente della Repubblica 2019Ancora una super domenica alle Capannelle. quattro listed, due Tris, grande spettacolo. Onda lunga. Potremmo definire in tal modo la domenica che fa da contro canto al Roma Champion Day. Una sorta di ideale prosecuzione di alto profilo selettivo, seppure ovviamente inferiore al grande pomeriggio che ci siamo lasciati alle spalle. In ogni caso una super domenica. Se le grandi giornate sono tre nel corso dell’anno, quelle super sono almeno una dozzina e questa domenica è una di quelle. In programma otto corse ma ben quattro saranno listed ovvero di massima selezione mentre le altre quattro alimenteranno la splendida incertezza essendo tutti handicap, uno dei quali riservato ai gentlemen e alle amazzoni. Cinque corse in pista grande, novembre è il suo mese, le altre tre su quella all weather. Dai 1400 metri andremo fino ai 2800 metri del Roma Vecchia. Dunque quattro listed e divertimento ma anche selezione assicurata. Per i due anni ecco il Rumon, dedicato a Daniele Porcu, nella nuova versione inaugurata lo scorso anno, punto di arrivo come il Criterium Femminile per le sole femmine ma anche punto di partenza verso la stagione dei tre anni futura. Tutte e due le corse saranno sui 1500 metri. Cento in più per il Buontalenta, nel ricordo di Giuseppe Valiani, che raccoglie per un ultimo alloro nell’anno le buone femmine mentre i fondisti completeranno il loro ciclo del 2019 con la disputa sui 2800 metri del Roma Vecchia. Insomma un pomeriggio da non perdere. Il Rumon mutua il proprio nome da quello che gli Etruschi avevano dato al Tevere e, ippicamente, ha la sua logica essendo questa corsa molti anni fa la preparazione classica proprio per il Tevere, all’epoca sul miglio, la pattern che adesso si chiama Guido Berardelli. Lo scorso anno nella prima edizione novembrina abbiamo salutato vincitore Frozen Juke che a tre anni ha certo mantenuto le promesse. Prima di lui ha vinto un buon cavallo come Fa Ul Sciur. Ginwar fu cavallo eccellente, sfiorò il Gran Criterium e vinse il Primi Passi. Priore Philip dopo il Rumon vinse proprio il Gran Criterium ma se per questo anche il Di Capua e il Roma. Alhjaz di Di Capua ne vinse due con anche il Parioli e il Ribot. Questa è corsa importante perché la vinsero pure Spirit of Desert (Parioli) , Gladiatorus (Di Capua) , Air Crew (Pisa), Borsieri e Strawberry Fields che vinsero il Berardelli, Turati che sfiorò derby e Roma, nel tempo anche Imco Lisi che fu runner up di Elena e Oaks. Con il che introduciamo il Criterium Femminile che vede ultima vincitrice la sfortunata Birthday Party. Lo ha vinto Grand Treasure che poi fu seconda di Elena come Vattene e Kiralik fu terza. Si passa dunque dal Criterium Femminile se si vuole essere importanti , come anche Kyllachy Queen, Pari sto Peking, Close Your Eyes oppure grandissime come Cherry Collect che trionfo in Elena e Oaks e fu seconda nel Lydia Tesio. Oppure come Dionisia che fece sue le Oaks e, indietro nel tempi, la grandissima Aranvanna che dopo l’Elena sfiorò anche il Parioli. Che Rumon e quale Criterium Femminile ci aspettano domenica? Nel Rumon saranno in otto con Only Time che in primavera aveva vinto il De Montel, con Castellazzo che ha mostrato numeri, poi anche Crook, Cocciante, St Patrick Day, Degmar secondo di Sette Colli, Pueblo e Sicilian Focus. Ben 12 nel Femminile che è anche seconda tris. Buon livello con Coco Charm che vanta già piazzamenti in listed, come Mighty Rock ma hanno fatto bene anche le altre: Aisa Dream, Blessed Force, Frequent Flyer, Frivola, Ifrachy, Maddy Girl, Nonna Tirina, Power Chic, Sopran Noble e Tiki Taki. Non solo due anni , come detto. Ecco le ottime femmine nel Buontalenta che fu fattrice straordinaria per la Razza spineta , madre di due laureati di derby come Braccio da Montone e Bonconte da Montefeltro. La ultima vincitrice è stata Isole Canarie mentre la maratona del Roma Vecchia lo scorso anno ha laureato Indian Eagle però prima vinse l’ottimo Chasedown , un alloro che premiò anche Duca di Mantova eccellente come Bacchelli oppure Quality Son , Montalegre, El Caudillo,
Place in Line e parliamo davvero di buoni fondisti. Come saranno le due corse che ci apprestiamo a vivere ? Nel Buontalenta arriva una ospite graditissima , allenata da un maestro come Rouget. Si tratta di Olympic Game con Demuro, che ha provato in listed. La risposta del nostro turf è affidata a Musa D’Oriente, straordinaria ancora terza nel Cumani, a Dehara ottima in primavera, poi ancora Romance D’Amour che ha provato il Lydia Tesio, Party Goer, Chiaro di Luna, Crisaff’s Queen, Santa Rita. Tra i fondisti, otto in tutto, si rimette in fuoco il laureato del St leger Pretending e c’è anche un ospite dell’est, Chaikovskij. Non manca un’altra tris, handicap sul miglio e sul dirt con i tre anni e oltre ed in 10 al via.

Questa news è stata letta 335 volte dal 8 Novembre 2019