Nov 15

Arcoveggio: resoconto di giovedi' 14 novembre 2019

Ippodromo ArcoveggioCadetti in bella vista, vince e convince Zona Da. Programma accattivante e clima frizzante nel giovedì dell’Arcoveggio, con eccellenti quattro anni padroni della scena, in un miglio ricco di individualità tra le quali emergeva il piazzato classico Zaire Wise As, terzo arrivato del Continentale 2019 ed eletto plebiscitario favorito da un betting che non lesinava attenzioni anche alla classica Zona Da come al progredito Zaffiro Fb.

Partenza al fulmicotone tra Zaffiro Fb e Zona Da, che si accodava alle spalle dell’allievo di Marco Stefani, con Zarina D’Amore alla corda ed in coda al gruppo Zoe Grif Italia. Al passaggio il favorito Zaire iniziava la sua risalita giungendo al sediolo del leader, mentre Zona Da restava alla corda e alla sue spalle avanzava Zeno Tab, con al largo Zoe Grif Italia; in arrivo, calo di uno stanco Zaire Wise e scatto in open stretch di Zona Da, che Andrea Farolfi proiettava al primo successo dell’annata, impreziosito dalla media di 1.13.8, secondo posto per Zaffiro Fb, terzo il professionale Zeno Tab, non lontano dalla coppia di testa.

Puledri in apertura, come da consolidata tradizione bolognese, e arrivo a fruste alzate tra l’inespresso Best Ofdream Trio ed il favorito Boato Clemar, con l’allievo di Marco Stefani preminente di misura sul pupillo della coppia Di Nardo/ Casillo al ragguaglio di 1.16.9, mentre un positivo Bucefalo Lans conquistava l’ultimo gradino del podio.

Alla seconda, gentlemen e cadetti sulla breve distanza: vittoria, dopo stretta foto, per i favoriti Zagreb Trio e Andrea Orlandi in 1.17.3 sul brillante Zero Giulia, ottimamente interpretato da Michele Canali, e sul finisseur Zardo Vald.

Tre anni dal buon curriculum nel prosieguo e vittoria in souplesse per Anna Grif e Roberto Vecchione media di 1.15.5 per l’erede del sire Varenne, mentre Albachiata Dipa e Alex Dorial si sono divisi i restanti gradini del podio, giungendo nell’ordine.

Alla quarta, match intergenerazionale tra soggetti di cinque e sei anni con il trascurato Vortice Leo a segno in 1.15.9 per il raddoppio di Marco Stefani, secondo posto per l’attesa quanto labile Viper Pink, terzo l’iniziale leader Utopico Grif.

Tris nazionale alla quinta corsa, handicap sulla breve distanza risolto a traguardo lontano dalla declassata Rugiada Sms, che dal secondo nastro ha risalito le fila raggiungendo la leader Ultra Mark per batterla agevolmente, mentre il favorito Vento Del Pino ha concluso al terzo posto; media di 1.15.9 per l’allieva di Gianvito D’Ambruoso, al secondo successo di un travagliato 2019.

In chiusura, bel rientro per lo stimato Apocalypto, lento in partenza e poi valido nella sua risalita, risolta vittoriosamente in 1.16.0 su Argento e Asia Giob, che si erano disputati la leadership sin dal via.

Prossimi appuntamenti: Martedì 19 ore 15.25, Giovedì 21 ore 15.25, Domenica 24 ore 14.25.

Questa news è stata letta 539 volte dal 15 Novembre 2019