Nov 22

Arcoveggio: le corse di domenica 24 novembre 2019

Ippodromo ArcoveggioTre anni nel clou domenicale. Un divertente convegno di corse attende domenica gli appassionati all’Arcoveggio, con un menù ricco di proposte che spaziano dal clou riservato ai tre anni, ad un paio di interessanti sfide per soggetti in età, senza dimenticare i puledri, le promesse del domani, chiamati a dar vita ad un affollato miglio ricco di individualità. La disamina del pomeriggio parte dai tre anni, dal miglio dedicato a Renzo Maccaferri posto come sesta corsa: sette le coppie al via, per un pronostico assai complesso che non esclude a priori nessuno dei partecipanti, dalla proposta targata Gocciadoro/Federico Esposito, Ateeco Degli Dei, reduce da sei vittorie in sette uscite agonistiche ed una rottura a Firenze, alla stimata Averla Jet, sulla quale sale Roberto Andreghetti in luogo dell’infortunato Lorenzo Baldi, senza trascurare Azimut Grif con Roberto Vecchione, nonché l’ospite dal nord-est Auguri Op affidato ad Andrea Farolfi.

Prologo alle 14.25 con la sfida intergenerazionale tra 5 e 6 anni, miglio che affida a Verduzzo Mdm il ruolo di favorito in coabitazione con Upper Trio, con lo scomodo avvio all’estremità della prima fila a limitare le chance di Victory Ru Trebì, guidato da Roberto Vecchione, mentre alla seconda i tempi sembrano maturi per la prima vittoria in carriera di Bon Jovi Jet, allievo di Tiberio Cecere, oggi in versione Greppi, reduce da tre podi consecutivi dalla data del debutto ed al quale cercheranno uno sgradito sgambetto Boato Clemar e Bijoux Bi, citati in ordine di preferenza e guidati da Antonio Di Nardo e Erik Bondo.

Manche per i gentlemen alla terza corsa, sfida ad handicap sulla media distanza che Omas Np e Giancarlo Moretti correranno da favoriti contro i compagni di nastro Urano Cup e Gianluca di Venti e Pickering e Roberto Tommasini; chance limitate invece per i tre inquilini del secondo schieramento, il migliore dei quali pare il portacolori di Marcello Becci, Naldo Benal.

Alla quarta, asticella in ascesa e riflettori sul plebiscitario favorito Victorious Men, proposta di Erik Bondo che Giuseppe Prestipino guiderà con la consueta grinta contro le possibile alternative Van Helsing Font e Tempest Treb, rispettivamente affidati a Maurizio Cheli e Roberto Vecchione. Tre anni di buona categoria alla quinta corsa a dispetto della dicitura “a reclamare” posta in calce alla proposizione della corsa, eccellenti le individualità al via sulla breve distanza con Anny Pan, Archimede Grif e Asia Ll in lizza per il primato, senza trascurare Acquantinta Font ed Amos Rab, mentre in chiusura saliranno alla ribalta i cadetti per un miglio affollato quanto tecnicamente qualitativo, che pare offrire ottime occasione di vittoria a Zarja And Glory e Zeus Mark, con Zagreb Trio e Zarina Cr candidati al podio assieme a Zombro Nord Fro.

Prossimi appuntamenti: Giovedì 28 ore 15.25 e Sabato 30 Novembre ore 15.25; Domenica 1 Dicembre ore 14.25

Questa news è stata letta 513 volte dal 22 Novembre 2019