Ho dimenticato la password

Dic 16

Arcoveggio: resoconto di domenica 15 dicembre 2019

Ippodromo ArcoveggioDomenica ad alto tasso tecnico. Cielo terso ed un grande pubblico, tecnica ed agonismo, emozioni e lo struggente ricordo di Cristina ed Eros Martelli in questa domenica all’Arcoveggio addobbato a festa, con le corse dedicate ad alcuni dei cavalli più emblematici del grande driver scomparso, mentre William Cheli, il marito di Cristina, ha premiato i vincitori del clou pomeridiano, Vp Dell’Annunziata e Una Bella Gar, straripanti dominatori della contesa la cui media di 1.13.4 è figlia della sconsiderata lotta tra i carneadi Ur Del Ronco e Raissa Sere, al secondo posto una positiva Rouen Peste Tft ed al terzo l’atteso Tango Negro.
Apertura con i gentlemen e con il tentativo di fuga, peraltro naufragato a pochi metri dal traguardo, da parte di Romina Ama e Patrik Romano, i più seguiti al betting, da Sioux Dei Greppi e Gianluca Guasti, autori di deciso percorso esterno chiuso in 1.16.5 sulla coppia favorita e su Sissy Muttley.

Puledri nel prosieguo impegnati a raccogliere la prima vittoria in carriera, dieci le coppie al via sulla media distanza e serie di rotture nelle fasi iniziali con Bbking Dei Veltri a dettare ritmo blando lungo il percorso accompagnato dal favorito Black in Black, che a mezzo giro dal termine ha forzato i tempi passando con facilità in 1.19.6 sullo stesso avversario e su Bond Degli Ulivi, in sulki al vincitore un sicuro Roberto Vecchione ed al training, il teutonico Holger Ehlert.

Miglio in rosa alla terza, Premio Drupa, la “classica”allieva di Eros Martelli che corse sino a sette anni alternando partecipazioni d’elite a vittorie nei clou felsinei, con Vitamina e Andrea Baveresi a segno in 1.17.2 nei confronti di Viper Pink e Tesla, quarta l’iniziale battistrada Venusky Etoile, a margine la favorita Vaciglia, poi, spazio ai 4 anni, con Zebrina Font ed il promettente Tommaso Gambini autori di convincente coast to coast chiuso alla media di 1.15.5 sull’estrema outsider Zara Sci e su Zebù Risaia Trgf, mentre il favorito Zero Nof è ceduto alla distanza dopo aver provato a scardinare le strenue resistenze della leader. Tre anni dallo scarno palmares alla quinta corsa, due i giri da percorrere che hanno regalato la prima affermazione in carriera ad Alba Del Nord, proposta di Claus Hollmann portata in gara da un deciso Antonio Velotti che al ragguaglio di 1.16.4 ha preceduto l’iniziale battistrada Alfredo Dipa e l’accorrente Agonista Stift, mentre in chiusura, schema ad handicap con i cadetti di nuovo in scena ed un paio di partenze annullate per evidenti difficoltà tra i nastri nastri ed al segnale valido, Zig Zag Op a tabellone dopo aver assunto l’iniziativa e lungo il percorso Zio Dipa a respingere ogni tentativo degli avversari e salvare una sorprendete vittoria sul favorito Zenit Del Ronco e su Zeus di Girifalco, il migliore dei penalizzati. Media di 1.17.4 e prima vittoria in carriera per il quattro anni guidato con perizia e fiducia dal trainer Giorgio Cassani.

Prossimi appuntamenti giovedì 19 alle 15.25 e soprattutto domenica 22 dicembre GRAN PREMIO Finale Campionato Italiano dei 4 anni alle 14.30

Questa news è stata letta 364 volte dal 16 Dicembre 2019