Dic 30

Arcoveggio: resoconto di domenica 29 dicembre 2019

Ippodromo ArcoveggioZanzibar Wise As fighter di qualità. La domenica dell’Arcoveggio proponeva un accattivante programma tecnico nel quale spiccava il clou riservato ai cadetti, un sfida sul doppio chilometro e con partenza da fermo, prova aperta alle più svariate soluzioni di risultato, con il primo nastro ottimamente rappresentato da Zaffiro Fb, Zebù Wf e Zooper, mentre il classico Zanzibar Wise As riscuoteva maggiore attenzione rispetto alla compagna di schieramento e di training Zaragoza. Al via la rottura di Zaffiro Fb, mentre Zabaione Spav si portava a condurre accompagnato dall’alleato Zooper, alle loro spalle, Zebù Wf in corda e Zanzibar Wise As all’esterno, pedinato da Zaragoza. In arrivo, Zanzibar senza rivali per il raddoppio pomeridiano griffato Gocciadoro, en plein di scuderia completato dal secondo posto di Zaragoza mentre Zebù Wf chiude al terzo posto su Zenyatia Lux; media del vincitore, 1.15.0 e rotta su Vincennes per il portacolori pugliese.
Il primo round agonistico di giornata, un miglio per anziani dall’eccellente palmares, vedeva la squalifica del favorito Vulcan Rodi in apertura ed il tentativo di fuga da parte di Una Magia Bi, con la giumenta di casa Biasuzzi presto preda di Veantur che pur stanco all’epilogo, ha rintuzzato il finish incisivo di Visia Spin in open stretch e l’affondo al largo di Victor Trio, vincendo in 1.15.4 nelle mani di Ferdinando Pisacane per il training di Andrea Sarzetto.

Testimone ai gentlemen nella seconda corsa, in pista i cadetti e tre ritiri a ridurre a nove le coppie al via, con Filippo Monti in vantaggio di una vittoria sul rivale Matteo Zaccherini e ancora una paio di sfide oltre all’odierna prima di dirimere la classifica 2019: alla prova dei fatti, pareggio raggiunto dal puro felsineo grazie al coast to coast vittorioso, in 1.16.3, della sua Zarina D’Amore, mentre l’avversario ha dovuto subire l’improvvido galoppo di Zola Budd quando avrebbe potuto insidiarne la leadership; per la cronaca, secondi i veneti Zumba Pizz e Pizzolato sui corregionali Zarina Baba e Moretti.

Tre anni di livello nel prosieguo, match sulla carta tra l’atout di Vecchione Athos Grif e la Gocciadoro Anakin As, con quest’ultima al comando, l’avversario costretto al largo e gli altri spettatori interessati, all’epilogo, successo in 1.14.7 per Anakin, su Athos, entrambi figli dello stallone Ready Cash, con Amazon Caf al terzo posto. Alla quarta corsa, mature lady sui due giri di pista, con la coppia Venusia Jet/Bellei a segno in 1.16.3 dopo aver scansato le scaramucce in partenza e colto in crisi l’iniziale leader Vanda La Guapa, poi quarta dietro a Urrà dei Mille e alla favorita Valeriass, vittima di evenienze tattiche sfavorevoli. Puledri alla quinta corsa, altro miglio dal pronostico incerto che Badoglio Luis ed Enrico Bellei hanno risolto nel clichè tattico gradito al giovane allenato da Gennaro Casillo, che all’avanguardia ha dominato i coetanei vincendo in 1.17.2 su Brest Dei Greppi e Boomboon Jet. Chiusura nel segno di Romina Ama, rigenerata allieva di Franco Baldini che Roberto Vecchione ha portato al primo successo del 2019 dopo percorso d’avanguardia chiuso in 1.16.1 davanti all’accorrente Vision Dei Veltri e al quattordicenne Love Inside, all’ultima uscita pubblica di una generosa e lunga carriera.

Appuntamenti successivi all'Arcoveggio: martedì 31 dicembre ore 14.50; mercoledì 1° gennaio ore 14.55; domenica 5 ore 14.30; lunedì 6 ore 14.30 GRAN PREMIO VITTORIA.
Ingresso all'ippodromo: € 3,00 - Gratuito per signore e bambini.

Questa news è stata letta 139 volte dal 30 Dicembre 2019