Ott 21

Capannelle: le Signore dell’Ippica

HippoGroup Capannelle, in occasione di uno degli appuntamenti più attesi della stagione ippica autunnale - quello incentrato sulla corsa dedicata alla memoria di Lydia Tesio, prima donna del galoppo italiano – appronta un palcoscenico privilegiato per un evento che vede le donne protagoniste: il “Premio Le Signore dell'Ippica”.
Scelte a tutto tondo nei differenti settori che gravitano intorno al mondo del cavallo, le “signore dell'ippica” hanno come comune denominatore l'essersi distinte in questo poliedrico universo per professionalità, competenza, attività, o più semplicemente per amore e dedizione.
Il premio festeggia con il 2006 la sua sesta edizione e verrà assegnato nel pomeriggio di domenica prossima dopo la disputa dell'attesa corsa.
Nei primi cinque anni, Enzo Mei, Presidente di HippoGroup Capannelle, ha consegnato l'ambito riconoscimento, tra le altre, a scrittrici ( Patrizia Carrano, Margherita D'Amico), allevatrici (Maria Sole Agnelli, Orietta Hunjady Incisa della Rocchetta, Renata Talon, Ylda Guglielmi di Vulci), veterinarie (Alessandra Menichetti), fotografe (Gabrielle Boiselle), allenatrici (Walkyria Menichetti, Giulia Baschieri, Mafalda Osthaus), jockette (Jacqueline Freda), dirigenti (Maria Laura Gnocchini, Lisa Hanchock).
Quest'anno le destinatarie del premio sono sette: due amazzoni di completo, Susanna Bordone, campione italiano della specialità appartenente alla sezione equitazione del Centro Sportivo Carabinieri, e Nice Attolico, un ruolo di primo piano anche per lei in questo stesso settore che l'ha vista per due quadrienni nella rosa dei probabili olimpici; l'unica giornalista specializzata del settore galoppo in Italia, la milanese Chiara Miliani; la pittrice torinese Eugenia Mola di Larissè, chiamata ad esporre al Festival de l'Art Equestre di Saumur; la giovane scrittrice Barbara Sarri, istruttrice di equitazione, appassionata di galoppo ed autrice di tre romanzi ambientati nel mondo delle corse; Maria Sacco, piemontese di nascita ma milanese di adozione, una delle prime donne fantino in Italia (seimila corse disputate, seicentocinquanta vittorie) e ora appassionata animatrice del Comitato per la salvaguardia dell'ippodromo di San Siro; e Nicoletta Angelini, Presidente della Onlus L'Auriga, associazione romana caposaldo nella pratica dell'ippoterapia.
A questa associazione e ad una sua omologa statunitense, Harrison Ford, giurato della commissione per l'attribuzione del premio PMQ Award ( il riconoscimento è stato promosso nell'ambito della Mostra Internazionale del Cinema di Roma e destinato al miglior agente cinematografico) consegnerà venerdì sera i proventi di un fondo di beneficenza nato a supporto dell'iniziativa.
Madrina della sesta edizione del Premio sarà Christiane Filangieri.

Questa news è stata letta 1181 volte dal 21 Ottobre 2006