Ho dimenticato la password

Dic 21

Arcoveggio: le corse di giovedì 24 dicembre

Arcoveggio BolognaCome ogni anno a dicembre, il Trofeo Croce Rossa Italiana riservato ai gentlemen propone il suo epilogo stagionale, con le tre batterie di qualificazione programmate sulla distanza del miglio e l’handicap finale, duemila metri e tre nastri per i dodici qualificati, quattro per ognuno dei tre round. In pista rigorosamente con i propri portacolori, i “puri” impegnati nelle sfide della Vigilia di Natale si confrontano con il proverbiale piglio agonistico ma soprattutto con un pensiero alla solidarietà, tassandosi di un “chip” che sarà usato per acquistare il prezioso zaino di Pronto Soccorso usato negli elicotteri della Croce Rossa durante le numerose operazioni cui sono chiamati.
La prima delle tre batterie di qualificazione andrà in scena alle 13.35 e promuoverà i soggetti che saranno collocati al terzo nastro, con binomi dalla prestigiosa allure a disputarsi l’ambita promozione, su tutti Talisker Horse e l’appassionata Sara Bruni, recenti vincitrici di una kermesse milanese riservata alla categoria, e Rue Du Bac con Carlo Hudorovich, proprietario con una predilezione per i soggetti dal mantello sauro, nonché la regolare Zumba Bi ed il gentlemen per eccellenza, l’ingegner Mauro Biasuzzi, che oltre ad essere il più titolato tra i dilettanti italiani è anche il presidente della Federnat; quarta citazione per Zigulì Dei Greppi, ritrovata beniamina di Nicola Del Rosso.
Un intervallo di 25 minuti e poi palcoscenico libero per ospitare i potenziali inquilini del secondo schieramento, otto al via con Vega Etoile e Filippo Monti prime scelte su Velina Jet e Samuele Querci; più accesa la lotta per i residuali pass, con Rick Del Duomo ed il veneto Moretti ad inseguire i fuggitivi Uragano del Pino e Patrik Romano, mentre una flebile speranza accompagna la breve trasferta dalla campagna imolese di Rossano e Luciano Marchi.
Si chiude la prima fase riservata alle eliminatorie con la manche riservata a otto routinier, esperti ed affidabili, che una volta qualificati si andranno ad allineare allo start con la mission di sfuggire ai più referenziati avversari, obiettivo che potrebbe accomunare il vecchio Paco ed Elena Bruniera a Sea Point Jaby ed il campano di stanza nel Veneto Aldo Mignano, Special Matto ed il cittadellese Stefano Lago, poi Uppercut Si con il suo fido interprete Mille Zanichelli. Giochi fatti, appuntamento alle 16.35 per la finale.
Ed ora riflettori sui professionisti e sui puledri di due anni che daranno vita alla quarta corsa, un miglio che sancirà la prima vittoria in carriera per uno dei 10 contendenti, con Cluny dei Greppi e Circe Col a contendere il ruolo di favorito a Charliebrown Effe, soggetto dall’indubbio potenziale che però spreca spesso con improvvide rotture, mentre alla quinta lo scettro passa a Bitols Spritz, ospite di casa Sarzetto (come tutti gli Spritz in attività) che sarà guidato da Andrea Farolfi, sul quale però incombono le minacciose presenze di Boccadamo e Brenda Pizz, rispettivamente affidati ad Alessandro Muretti e Maurizio Cheli.
Due sfide per cadetti chiudono l’analisi tecnica del pomeriggio, con America di Risaia, Atollo Dei Greppi e Azzurra Pisana a disputarsi la vittoria alla sesta corsa, mentre alla settima Aragon Nal troverà sulla sua strada coetanei agguerriti, da Artaterme Jet ad Asia Ll, ma soprattutto Alabama Monroe, la cui carta recente non è particolarmente attendibile nonostante le indubbie qualità della seconda pedina di giornata della connection Sarzetto/Farolfi.
Appuntamento successivo domenica 27 dicembre, con batterie e Finale del Trofeo Gentlemen for Life.

Questa news è stata letta 324 volte dal 21 Dicembre 2020