Ho dimenticato la password

Mar 17

Capannelle Galoppo: le corse di venerdì 19 marzo

Capannelle Roma GaloppoStraordinario numero di partenti nel venerdì di Capannelle. Saranno circa 13 in media in ogni corsa, a garanzia di spettacolo ma non mancheranno anche i motivi tecnici. Come sempre il venerdì è dedicato alla pista dritta, quattro volte in azione con le altre due riservate a quella all weather. Quanto a distanze , quello di venerdì sarà un pomeriggio per cavalli brillanti, da 1200 a 1600 metri. Una corsa sarà riservata ai gentlemen e alle amazzoni che hanno risposto ancora una volta con un buon numero di protagonisti , oltre i dieci. Cinque saranno gli affollati handicap e una la condizionata per le sole femmine anziane sui 1200 in pista dritta. Una sorta di chiamata in vista del premio Chiesa che, a sua volta, sarà passaggio obbligato verso il Tudini nel derby day. Ottimo il campo: Cavell, Das Rote, Elisir, Falconetta, I Promised Myself, Miss Rouge, Olympic Star, Play the Break, Sopran Ival. Molto interessante come del resto i cinque handicap, super spettacolari. I tre anni saranno in 14 sui 1200 in pista dritta con in luce Infinity Light, Mister Night, Alderamin e la leggera Piccola Ela. In 16 saranno gli anziani sempre sui 1200 (scelta come seconda tris) e in pista dritta con uno sguardo verso Into the Wild, Avalon Ena, I Am What I Am, Zapel, Nanga Jambu, Mord, Astragalus, Aktis. Addirittura in 19, ancora una perizia sempre riservata agli anziani, di nuovo sui 1200 in dirittura (anche questa seconda tris) con Dragon Shadow, So Well e Artair da seguire ma anche Allocco, Fastandelegant, Unicorn Queen. Come quasi sempre Capannelle dedica i premi a cavalli che hanno raggiunto importanti traguardi nelle varie epoche. Un modo colto per una sorta di piacevole amarcord. Questo venerdì, tra gli altri, Cairn Rouge femmina vincitrice di ghinee, Altrek che negli anni 50 vinse il derby italiano allenato e montato da Paolino Caprioli che 20 anni prima aveva vinto l’Arco di Trionfo in sella a Crapom. Poi ancora Capo Bon che negli anni settanta fu secondo solo a Sirlad nella sua stagione e Ninabella, una delle femmine eccellenti della razza del Soldo negli anni 60.

Questa news è stata letta 330 volte dal 17 Marzo 2021