Ho dimenticato la password

Apr 30

Arcoveggio: le corse di domenica 2 maggio

Arcoveggio BolognaAnziani ai vertici nel clou bolognese di domenica 2 maggio, undici divisi in tre nastri nell’handicap collocato come settimo hit, con al via intriganti e suggestive individualità che vanno dai compagni di franchigia Nose Gear e Gimeheaven Sisu, svedesi di nascita, maltesi di colori e italiani di training, all’ospite austriaco Italiano Kp, altra multinazionale del trotto avendo passaporto sloveno, training teutonico e giubba austriaca, passando per la solida Tuberosa e per gli estremi penalizzati, Zeno del Ronco e Universo Jet, esperti specialisti dello schema reduci entrambi da un recente nulla di fatto preceduto però da performance di spessore.
Alle 14.00 subito gran folla in pista per il prologo riservato ai tre anni, in undici dietro le ali dell’autostart con Cupido e Maurizio Cheli pronti a bissare un recente primo piano cui tenteranno di imporre l’alt il progredito Cesareaugusto Dvs, con Vp Dell'Annunziata, e la ritrovata Cartagena Pax, carta di Salvatore Valentino, mentre alla seconda il testimone passerà agli anziani con Attila Roo chiamato a confermare una efficienza atletica che assieme a genealogia regale e modello sontuoso lo potrebbero portare a scalare le categorie, in alternative al cinque anni affidato a Vp, lo scandinavo Mo Farah, con Antonio Greppi, e Stricker, oggi in versione Di Nicola.
Alla terza soggetti di 5 e 6 anni incroceranno forme non trascurabili sulla breve distanza, per un pronostico che non può prescindere da Argo Spritz, ennesima proposta della connection Andrea Sarzetto/Maurizio Cheli, mentre Aloha Giti, Allyson Di Gaia faranno valere l’eccellente sorteggio e vanno preferiti allo stacanovista Axel Nib e a Zorro Leo.
Alla quarta, nastri e doppio chilometro per cadetti con le lepri Bob Logan, Bluegrass As e Bahama dei Greppi preferiti all’inseguitore Black in Black, che Holger Ehlert affida a Vp.
L’asticella si alza con il sopraggiungere della quinta corsa, uno stringato miglio per tre anni che propone alcuni soggetti dalla carriera promettente in proiezione futura, dall’inviato di Mauro Baroncini Carlomagno D’Esi, come sempre guidato da Andrea Farolfi, all’ardente Century As, partitore provetto che Vp interpreterà per conto di Holger Ehlert, nonché Cointreau, reduce da un triplo di vittorie che Edoardo Baldi propone in ottica preparazione classica, senza trascurare Camelia e Conan Spritz, a conferma di una prova senza figure di secondo piano.
La domenica va in archivio con i gentlemen, protagonisti di una riuscita sesta corsa riservata a soggetti appartenenti alle leve 2015 e 2016, scontro intergenerazionale ricco di potenziali mattatori, dalla teutonica Rilana, che Matteo Zaccherini guiderà all’attesa dopo che Arcobaleno, Zosca Etoile, Anita Spritz e Zero Gravity avranno dibattuto nelle fasi d’avvio per assumere l’iniziativa, mentre Zar Club, improvvisato da Sandro Gori, è la più classica delle sorprese.
Da sottolineare che prima dell’inizio delle corse tenteranno di qualificarsi alle corse, primi in Italia, i due anni, una coppia per la precisione con Andrea Vitagliano e Antonio Greppi a gestirne l’ardore sui due giri di pista.
Prossimi appuntamenti di corse a Bologna, giovedì 6 e soprattutto il Gran Premio Italia domenica 9 maggio, dalle ore 13.30.

Questa news è stata letta 272 volte dal 30 Aprile 2021