Ho dimenticato la password

Mag 17

Merano: resoconto di domenica 16 maggio

Ippodromo di MeranoL’overture stagionale all’ippodromo di Maia, complice un clima primaverile meno piovoso del previsto con un buon concorso di pubblico in rapporto ed ottemperanza alle disposizioni normative del periodo, ha proposto alcuni spunti tecnici di un certo rilievo. Innanzitutto l’atteso appuntamento con la prova per cavalli debuttanti in siepi, il Premio Cogne, il quale confermava un trend molto positivo del trainer (e jockey) Raffaele Romano nelle edizioni dell’ultimo lustro, per questa occasione ancora fuori dai giochi per i postumi di una recente caduta in quel di San Siro. Presentava infatti l’atteso Lucechericama, baio oscuro di bella struttura il quale non soltanto ricamava ma sapeva dipingere un pulito percorso in pieno controllo della corsa concludendo piacente vincitore per i colori del Sig.Biasia nelle mani di un attento Gabriele Agus. Buon secondo l’ospite Kliff sugli arrembanti e promettenti Caribean Green (al debutto assoluto) e Giausar, anziano di sicuro valore. Il quattro anni Lucechericama oggi ha iniziato al meglio la carriera, nel giorno in cui i sui coetanei si sono invece misurati nel premio intitolato alla memoria di Pietro Santoni. Pronta conferma per Vinci Per Noi del team Tania-Vana, non per niente già messosi in evidenza in questi primi assaggi sulle siepi, e condotto al successo con ottimo senso del traguardo da Pavel Slozil jr, che con allungo d’anticipo in curva poteva poi controllare nelle fasi finali le robuste progressioni di Urban Hero e Swinging Thomas confermatisi entrambi due ottimi esponenti della generazione.

La prova che apriva in assoluto la stagione vedeva l’importato francese Purple Light, giostrare in avanti con Alessio Pollioni, su traiettorie e balzi da tipico transalpino per impostazione ed attitudine, capace infine di parare in un avvincente duello conclusivo il serrate di Mensch, lui si oggi non proprio preciso nelle parabole in questo primo approccio sugli ostacoli alti meranesi. Nelle affollate prove in piano Paolo Urru riprendeva il discorso da dove lo aveva lasciato in ottobre, mietendo un ennesimo successo con Passito, già tonico in questa prima, mentre Riccardo Belluco controllava ampiamente la seconda prova sul miglio col declassato Sean, autoritario vincitore. La movimentata prova in siepi di chiusura, condotta a ritmo forsennato per la categoria, vedeva andar sfumata la vittoria di Dalton, per errore e caduta sull’ultima siepe dopo che anche Passion Return era caduto al via. Il solido Deperados coglieva cosi la sesta vittoria in carriera regalando cosi un bel doppio al bravo Pavel Slozil jr per i colori del Sig.Bottura.
La prima competizione dell’anno a Maia per cavalli Haflinger premiava, un poco in controtendenza, per questa volta un outsider, comunque meritevole vincitrice, in Alpenrose con una raggiante Sabrina Plattner.

Questa news è stata letta 611 volte dal 17 Mag 2021