Ho dimenticato la password

Mag 24

Arcoveggio: le corse di giovedì 27 maggio

Arcoveggio Bologna GP Italia 2019Giovedì all'insegna dello spettacolo all’ippodromo dell'Arcoveggio, con i 4 anni grandi protagonisti della prova a maggior dotazione, cui faranno da contraltare un interessante miglio per soggetti di 5 e 6 anni e l’handicap riservato agli anziani, che da prammatica chiuderà il pomeriggio allo scoccare delle 16:50.
Miglio ad alta velocità, parziali mozzafiato e probabile lotta per la leadership tra Bullo Gec e Baaria Ama, questa la cartolina della terza corsa, il clou dedicato ad Ettorone, vecchia gloria del trotto emiliano degli anni '70, con Belize Jet e Biagio Trebì nei panni delle alternative al maschio guidato da Antonio Greppi e alla giumenta di casa Gocciadoro, mentre per Baby Spritz e Bambu Lux l'obiettivo è rivolto al marcatore.
Prologo alle 14:00 e riflettori sui gentlemen che saliranno in sediolo a sette soggetti di tre anni, due i giri di pista da percorrere per un pronostico decisamente votato alla coppia Capitan de Gleris/Marco Castaldo, mentre l’aurea regolarità di Cazzaniga Light è foriera di eccellenti aspettative in chiave podio per Patrik Romano, uno dei migliori rappresentanti della categoria, con Carina Spritz e Roberto Michelotto agguerrite insidie per i più attesi.
Alla seconda, pronostico per la doppia proposta targata Matteini, Baldur e Burraio Op, mentre la forma di Back On Top candida l'allievo del duo Ehlert/Vecchione ad un ruolo di assoluto primo piano.
Soggetti di 5 e 6 anni daranno vita alla quarta corsa, sfida intergenerazionale sulla breve distanza ricca di brillanti interpreti della specialità, dal ritrovato Attalo, con Luca Lovera, ad Alex Hp, sul quale sale il sempre gradito ospite Enrico Bellei, passando per il grintoso All About Bi, in versione Roberto Andreghetti, e per Axis Di Girifalco, indigeno di colori austriaci che Roberto Vecchione guiderà con la consueta maestria, senza trascurare la generosa presenza di Zarbon del Sile, scuola di Beppe Pistone e mani del giovane Manuel.
Folla in pista ed anziani routiner alla quinta corsa, curiosità per il debutto italiano della belga My Love Zen, figlia della tricolore Giudy Stra e recente importazione di Francesco Alessandrini, la quale troverà in Solimano e Ussaro Egral due validi tester, mentre alla sesta il testimone passerà ai tre anni in cerca della prima vittoria in carriera, compito ampiamente alla portata di Carlina Baba, Caty Ama, e Can Plus Mede Sm, alla prima uscita con il nuovo trainer Alessandro Gocciadoro.
Il tradizionale epilogo, l’handicap sulla media distanza, vede il pronostico aperto alle più svariate soluzione, con la forma della scuderia Cassani a proporre il ben situato Zar Parlante tra i probabili fuggitivi, mentre dal secondo nastro spiccano le candidature di Stricker, Zvictoria e dell’ospite austriaco Lord Brodde, natali scandinavi ma team di stanza nello storico impianto viennese, risalente ai primi anni dell'ottocento.

Questa news è stata letta 277 volte dal 24 Mag 2021