Ho dimenticato la password

Ott 8

Arcoveggio: le corse di domenica 10 ottobre

Arcoveggio BolognaDomenica dalle intriganti suggestioni in via di Corticella, con i gentlemen ed i loro portacolori ai vertici del pomeriggio grazie ad un handicap sulla media distanza cui hanno aderito ben 14 binomi divisi in due nastri, 10 allo start e 4 penalizzati, pronti a dare vita ad un mix di agonismo e tattica, sportività e tecnica nel nome della Croce Rossa Italiana, che da oltre vent’anni vanta un’affezionata partnership con HippoGroup Cesenate. Pronostico incerto in questa corsa abbinata alla Tris nazionale, con due inquilini del secondo nastro seriamente indagati per il ruolo di favoriti, in primis il grintoso portacolori di Matteo Zaccherini, Tayron Grad, in seconda battuta l’ardente Turbine Lp, sul quale sale il più giovane della stirpe patavina dei Michelotto, il venticinquenne Massimiliano, mentre il positivo Zeus di Girifalco e la sua brillante interprete Caterina Dami inseguono il podio dal primo nastro assieme all’umbro Zeus Mark, di cui Enrico Cuglini è proprietario ed allevatore assieme al fratello Daniele, a sua volta trainer dei soggetti della scuderia Perugia 2000.
La seconda domenica di ottobre è tradizionalmente dedicata allo svolgimento del Derby Italiano del trotto e delle Oaks, le cui spettacolari immagini saranno irradiate durante il pomeriggio dal nuovo maxischermo bolognese, alternando lo spettacolo live delle corse all’Arcoveggio a quelle in programma a Roma Capannelle, per le quali l’appuntamento è fissato alle ore 16.35 con la prova in rosa e alle 17.35 per la sfida che proietta l’ippica italiana ai vertici mondiali.
Alle 14.30 il trotter bolognese apre il convegno in compagnia dei puledri, ben dieci al via sulla breve distanza, con la prima vittoria in carriera nel mirino di tutti i partecipanti, obiettivo che potrebbe essere raggiunto dalla stimata Duck Jet, allieva di Michele Raimo guidata dal giovane Piscuoglio, ma anche dalla progredita Deborah Gio, che Tiberio Cecere affida ad Antonio Greppi, nonché dalla stacanovista Dellalba, in coppia con Marco Stefani, e dal chiacchierato deb di casa Baldi, Donald Lp.
Alla seconda, in scena gentlemen e cadetti, con Biscuit del Nord e Matteo Zaccherini plebiscitarie scelte in ottica vittoria e podio nelle disponibilità atletiche di Bristol Olm e Benito Father, partner rispettivamente di Samuele Querci e Nicola del Rossi.
Il termine “maiden” identifica le corse riservate ai soggetti mai vincitori in carriera, come i tredici partecipanti al terzo round pomeridiano, sfida che avrà in Champagne Fior la probabile battistrada e nella positiva Carbonella una possibile alternativa in chiave tattica, mentre la regolarità di servizio di Clark Cable Olm e Cobain Run candida al podio i due ospiti toscani.
Alla quarta, testimone ai cadetti in quella che tecnicamente è una delle sfide dalla maggiore caratura tra le sette in programma, miglio sul quale spiccano le individualità di Bailar Contigo, veloce e ben guidata da Giuseppe Lombardo Jr, di Bitols Spritz, con Maurizio Cheli per il training di Andrea Sarzetto, e di Bokonella Run, improvvisata da Alessandro Muretti e preceduta da insistenti e positive eco dal training center di Trecate. Torna la leva 2018 per una quinta corsa assai accattivante ed incerta, con Chanel Jet, Caution As e Capitan Spav a disputarsi il successo, mentre Carat vanta legittime ambizioni di podio assieme al mal situato Ciccio Par, nuovo ingresso nelle scuderie della Pradona, mentre in chiusura Uragano Spritz, in pole position, è pronto a giocarsi la contesa all’avanguardia, nonostante le impegnative presenze di Tuberosa, Taiga Jet e Astrit Trio, citate in ordine di preferenza.
Prossimi appuntamenti all'Arcoveggio: giovedì 14 ottobre alle ore 15:00 e domenica 17 alle ore 14:30.

Questa news è stata letta 140 volte dal 8 Ottobre 2021