Nov 7

Fieracavalli: il mondo del cavallo si mette in Mostra

Passione, natura, ambiente, storia e stile di vita. In una sola parola: Fieracavalli. Conto alla rovescia per la storica manifestazione di Veronafiere, fondata nel 1898 proprio con la Fiera dei cavalli, che giunge alla 108ª edizione in grande salute. La rassegna, in programma dal 9 al 12 novembre (www.fieracavalli.com), è diventata il punto di riferimento mondiale del settore, la piazza di incontro delle migliori razze e dei più importanti esperti del comparto.
Se nel 2005 ha ospitato 584 espositori, di cui 136 da 25 nazioni, oltre 130 mila visitatori (12mila esteri da tutto il mondo) e 900 giornalisti (da 25 paesi), per il 2006 ci sono 600 espositori commerciali, dei quali 150 esteri sempre da 25 paesi, su una superficie complessiva in crescita: grazie infatti ai due nuovi padiglioni, il 10 e l'11, l'area a disposizione degli operatori sarà di 400mila metri quadrati complessivi, che permetteranno una migliore collocazione delle diverse attività.
La Fiera internazionale dei cavalli, Salone delle attrezzature e delle attività ippiche, si conferma dunque, con i suoi quasi 2.500 quadrupedi, un appuntamento irrinunciabile per gli amanti di questo magico animale, che ha accompagnato l'uomo nel suo lungo percorso di progresso.
«Oggi il cavallo non è più un mezzo di trasporto e di lavoro, almeno nelle economie sviluppate», spiega Luigi Castelletti, presidente di Veronafiere, «ma rappresenta un ottimo strumento per riscoprire la ricchezza della natura, i valori legati al territorio, lo spirito libero e indipendente dei tempi andati. Senza dimenticare il forte significato terapeutico che tutti gli riconoscono: per i disabili, per i bambini in difficoltà, per gli adulti colpiti da problemi di salute». «Il cavallo», prosegue, «ha ancora tanto da dire, da comunicare, da insegnare. Per questo Fieracavalli ha voluto rilanciarne il ruolo, facendolo conoscere al pubblico italiano ed internazionale attraverso una serie di proposte che ormai fanno parte del «bagaglio culturale» del visitatore, lavorando in stretto contatto con l'Unire (Unione nazionale per l'incremento delle razze equine), l'Aia (Associazione italiana allevatori) e la Fise (Federazione italiana sport equestri)» «Fieracavalli», conclude Castelletti, «è una manifestazione che accoglie tutti e dove tutti, grandi e piccoli, si sentono accolti».
Tra i molti appuntamenti in calendario si segnalano l'unica prova italiana di Coppa del Mondo di Salto ad Ostacoli (Fei World Cup), per la sesta volta a Verona, i campionati morfologici di razza del Cavallo Arabo e di Pura Razza Spagnola, i concorsi ippici e gli show di razza e performance del Cavallo Americano, Italialleva, la mostra delle razze equine nazionali realizzata dall'Aia (Associazione italiana allevatori). Senza dimenticare il Salone del turismo, quello delle attrezzature, l'area dedicata al Western Show, il Gala d'Oro, suggestivo giro del mondo a cavallo che coinvolge ogni anno migliaia di spettatori, e il Salone dell'Eccellenza (padiglione 8), con una selezione dei più prestigiosi «brand», italiani e internazionali, di moda e accessori, i quali condividono con l'universo equestre inconfondibili valori legati allo stile, alla qualità, alla tradizione e all'amore per la natura.
Un occhio di riguardo è stato riservato, infine, ai più piccoli, i cavalieri di domani. Il Salone del bambino (pad. 7) offre una molteplicità di eventi, in grado di conquistare il cuore dei ragazzini: dagli spazi creativi ai laboratori tematici, dal Coro dello Zecchino d'Oro al Gala Junior, uno spettacolo unico in Europa in programma domenica 12 novembre alle 18.

Questa news è stata letta 722 volte dal 7 Novembre 2006