Nov 9

Arcoveggio: Fraticello Jet in fuga

Il gotha dei driver italiani scende giovedì a Bologna per impreziosire un convegno di grande suggestione, con i quattro anni assoluti protagonisti nel clou ed un contorno da vivere con partecipazione sin dal prologo, previsto per le ore 14.15.
Roberto Vecchione e Fraticello Jet saranno i più attesi nella prova faro del pomeriggio, hanno dalla loro il numero di partenza assai propizio ed entrambi sono in grande forma, anche se il quattro anni da poco passato in allenamento a Massimo Lorenzi spesso spreca le proprie qualità atletiche e sciupa tutto con inopinate rotture. Ruolo di assoluto primo piano anche per Enrico Bellei, che interpreterà da par suo il regolare Fender Joy, e per Pietro Gubellini, il quale affronterà l'impegno con grande spregiudicatezza, guidando Frosty Aas per il training del danese Erik Bondo. Come si vede, una bella esibizione di talenti tra i quali attendersi il nome del vincitore; ma non dimentichiamo Forrestal Blue e Figo di Pippo, la cui condizione atletica e la bravura dei rispettivi driver ne fanno validissime alternative. Spettacolo e griffe importanti anche nel sottoclou, con i tre anni in scena sulla breve distanza e Glinka Bigi in cima ad un pronostico comunque aperto a varie soluzioni, dal curioso Get Out, carta Bellei, a Galassia Stars, sulla quale sale Roberto Andreghetti per inseguire almeno un posto sul podio. Vetrina per i gentlemen in apertura di convegno, con un match tra Alessandro Raspante e Genesis contro Michele Canali e Gollum, affidatogli da Mario Rivara, mentre alla seconda Isadora Bi e Gianni Targhetta vogliono riprendere il discorso con il successo interrotto causa rottura alla seconda corsa in carriera. Bella la terza corsa, con il miglio da percorrere per gli otto esperti soggetti al via, per i quali, la partenza con i nastri rappresenta una variabile che potrebbe favorire le doti di regolarista di Bizzoso Ral e rendere un po' più complicato il compito dell'atletico Es Estereal, atout di Pietro Gubellini. Alla quinta tutti i migliori scendono in pista e Pippo Gubellini si esibirà in sediolo al potente ma inaffidabile Ellepi D‘Asti, con il vecchio Anno ed Enrico Bellei in lizza per il podio, mentre Attila di Mar e Roberto Andreghetti si propongono come alternative in chiave vittoria, ruolo che non dispiace nemmeno a Ebel Chic. Chiusura in bellezza per un'ottava prenotata da Corvo Black Jet e la nona da Euro Pizz, con Andrea Farolfi in sediolo al dotato portacolori di Atos Lombardini e Chiara Nardo assai attesa all'epilogo con un soggetto visto in grande crescita. E per tutti l'appuntamento a sabato.

Questa news è stata letta 777 volte dal 9 Novembre 2006