Ho dimenticato la password

Ago 16

Merano: resoconto di domenica 14 e lunedì 15 agosto

Ippodromo di MeranoDue giornate a pieno successo, per il meeting di Ferragosto 2022, entrambe caratterizzate da una fitta presenza di pubblico. Soprattutto spettacolare e di grande qualità, come i campi-partenti lasciavano presagire, è stata la giornata di corse di lunedì 15 agosto. In ostacoli, sullo steeple ed in siepi, grande prootagonista la giubba giallonera di Josef Aichner: il campionissimo L’Estran ha messo le carte in tavola per il suo tentativo di quarto successo nel Gran Premio Merano Alto Adige, stravincendo, con una vera prova di forza e precisione nelle mani di Pavel Slozil Jr, il Premio Creme Anglaise-Gilberto Giottoli, steeple di preparazione al Gran Premio. First Of All, l’ottimo 6 anni di Jiri Charvat, ha tentato di insisiarlo al giro conclusivo, ma L’Estran si è staccato in totale sicurezza. Per Aichner e Josef Vana Jr anche l’accoppiata Zanini-Mauricius nel Premio Roessl-Rablà, la preparazione alla Gran Corsa Siepi di Merano (che ha visto promettente terzo, con bel giro finale di corsa, O’Juke della Scuderia Allegria). E di Cyr Rebel nella prova di centro di domenica 14, più, per la giubba di Aichner, Sopran Mistery (allenato da Raffaele Romano, Gabriele Agus in sella) a segno fra i siepisti di 3 anni che hanno aperto il programma del giorno 15.
Gran spettacolo nelle prove in piano di Ferragosto. Irish Girl, la femmina, volante a Maia, ha toccato il culmine della carriera firmando, in allungo conclusivo sul favorito Bell’Imbusto, il Premio delle Alpi, l’handicap principale sui 1600 metri: bravissimo Sergio Urru in sella, perfetta la preparazione attuata dall’allenatore Mario Esposito in due settimane di soggiorno a Borgo Andreina, direttamente sulle piste di Maia, all-weather ed erba. Nelle due listed, sugli scudi i cavalli di due allenatori tedeschi di spicco, Andreas Woehler e Ralf Rhone, profondi concoscitori delle corse italiani. Il cresciuto 4 anni Panjari, per Woehler, ha fatto centro nel Premio Merano, 2400 metri, che potrebbe aprirgli nuove possibilità di carriera visto che ha iscrizioni nei gruppi 1 tedeschi, mentre il Premio Ebf Terme di Merano, la listed per femmine sui 2200 metri, ha visto le concorrenti tedesche ed italiane dividersi i primi quattro posti, con Norge, la 4 anni allenata da Rohne, in grado di confermare le linee acquisite in primavera a Milano, battendo le italiane Lyrical e Cima Star, con l’altra attesa tedesca Accola al quarto posto in un magnifico arrivo a distanze ravvicinate.
Il tutto ha avuto luogo, lunedì 15, nella partecipazione di una folla di appassionati, addetti ai lavori proveninenti da tutta Italia e dai Paesi mitteleuropei, turisti e famiglie che hanno riempito le tribune e il parterre dell’ippodromo, dando vita, con il pieno esito spettacolare delle corse, al più appassionante meeting di Ferragosto delle stagioni recenti, che conferma in Maia un polo d’attrazione

Questa news è stata letta 161 volte dal 16 Agosto 2022