Ho dimenticato la password

Set 22

Arcoveggio: resoconto di giovedì 22 settembre

ippodromo bolognaTop driver ed eccellenti performer hanno regalato lustro al primo giovedì della nuova stagione del
trotto bolognese, con Vernissage Grif gradito ospite convenuto in Via Dell’Arcoveggio per svolgere
un trial di rifinitura in vista della sua prevista partecipazione al Gran Premio Lotteria di Agnano.
Prologo di giornata un intrigante miglio riservato alle nuove leve al femminile, soverchie
aspettative e delusione alla prova dei fatti con numerosi soggetti tra gli strali della giuria ed Eva Vi
unica a convincere nel suo percorso all’avanguardia chiuso in 1.18.5 nella mani di Carmine
Piscuoglio mentre alle sue spalle, abbondantemente intervallate, sono giunte Eroica Bieffe ed Eda
Cgr, poi, cadetti di buona levatura orfani di Camillo Baba, rimasto al box per motivi burocratici e
vittoria per il favorito Cameloto Bi, allievo di Afrim Shmidra perfettamente interpretato da
Manuel Pistone che in 1.14.9 ha rintuzzato nel finale il forcing di Chery con l’iniziale battistrada
Countach al terzo posto. Testimone ai gentlemen alla terza corsa, leva 2019 in pista con i favoriti a
carte quarantotto ed il trascurato Diritto D’Autore a segno in un dozzinale 1.18.5 ben orchestrato
dal giovane Massimiliano Michelotto, piazza d’onore per Doncaster mentre Double Jet è salito sul
terzo gradino del podio ed alla quarta, bel risalto per Dr Lara Font e Pietro Gubellini, sempre
spettacolare nelle sue interpretazioni, con l’allieva del duo Barelli/Gubellini al nuovo record di
1.14.0 ottenuto davanti a Divina Indal ,minacciosa nel finale e a Dalila Grif. Il ritorno in scena dei
puledri è coinciso con la vittoria di un convincente Etereo Jet, allievo di Michele Raimo che in
1.17.8 è emerso su Eshaal Mil e Electric Dl. Alla sesta, ritiro per l’atteso Banderas Bi, rottura
irrimediabile per Brivio D’elite e vittoria inattesa quanto meritata per Back On Top e Giuseppe de
Filippis che in 1.15.2 hanno dapprima debellato le resistenze della battistrada Azora per poi
respingere l’affondo di un diligente Zeno Tab. Chiusura con il consueto handicap del giovedì che
visto emergere il ben situato Zalabar Men, scattato al comando alla giravolta e poi brillante leader
sin sul palo con Alessandro Fonte in regia, seconda posizione appannaggio di Aldebaran Rob e
terza per il sorprendente Bassou Zs, il tutto in 1.16.36 sulla media distanza.

Questa news è stata letta 145 volte dal 22 Settembre 2022