Set 11

Merano: Plinsky, re dell’UNIRE

Ippodromo MeranoGrande duello all’ultimo metro tra Plinsky ed Halling Joy in questa edizione del Premio U.n.i.r.e. davvero nobilitata dalla prestazione di questi due cavalli. L’ha spuntata per poco Plinsky, più anziano e più rodato a questo genere di corse, interpretato magistralmente da Josef Bartos e capace di riguadagnare terreno nei duecento metri conclusivi dopo che Halling Joy per qualche istante l’aveva sopravanzato. I due hanno fatto corsa a se isolandosi in testa già all’avvio del giro finale. Raffaele Romano con Halling Joy ha preso la scia di Plinsky battistrada fin dall’inizio pronto a sferrare l’attacco decisivo ma non aveva fatto i conti con il “leone” che si è dimostrato l’allievo di Gianmaria Travagli che al vedersi affiancato ha reagito energicamente sostenuto da Bartos. Una incollatura separa i due e quindi merito pieno va ad entrambi, ai loro fantini ed ai loro preparatori che hanno dato vita ad una corsa che fa bene all’ippica ed all’ostacolismo. Era nelle previsioni che Plinsky (1,97 al tot contro il 3,18 di Halling Joy) potesse vantare maggior credito rispetto al cavallo allenato da Favero che in questa corsa affrontava per la prima volta alcuni salti e la distanza severa di 4500 metri. Ne esce trionfatore Plinsky, ma non ridimensionato Halling Joy e questo lascia ben sperare per il prossimo Gran Premio Merano Forst al quale entrambi sono destinati. Nulla si può dire di Amica caduto alla fence piegando i posteriori e mandando a terra Dirk Fuhrmann: per lui resta ora solo la possibilità di andare direttamente al “Merano” senza corsa di preparazione. Il giudice d’arrivo classifica “lontano” il terzo arrivato Anatolio che da a Ludovica Albertoni le due piazze per consolarla della mancata vittoria. Plinsky oggi ha anche conseguito un record, quello di vincere per due anni consecutivi il Premio U.n.i.r.e.. No risulta infatti che altri ci sia riuscito prima di lui.
Per il resto la giornata è stata la beneficiata di Josef Bartos che ha colto altri due successi con Altrove nel cross country e con Super Bleu nell’altro steeple-chase della giornata sempre ai danni di cavalli montati da Raffaele Romano il quale comunque non ha mancato l’appuntamento con la vittoria in sella a Fanzago nella condizionata in siepi per 4 anni. Ora i due sono primo e secondo nella classifica dell’ippodromo di Merano rispettivamente con 14 e 10 vittorie, mentre Romano è saldamente in testa alla classifica nazionale con 35 successi davanti a Fuhrmann con 21.

Questa news è stata letta 734 volte dal 11 Settembre 2007