Set 17

Resoconto 53^ Corsa Siepi di Merano

Ippodromo MeranoVittoria piena e meritata per Royal Mougins favorito della 53^ Corsa Siepi di Merano che ha rispettato il pronostico imponendosi nelle fasi finali di corsa ad una eccellente Terra Romana, quasi una vincitrice morale. Corsa avvincente e tecnicamente di alto livello, questa edizione del massimo evento sugli ostacoli bassi per la pista di Merano. Il cèco Charccari ha scandito il ritmo per buona parte del percorso avendo nella scia tutti i migliori da Royal Mougins a Terra Romana, Mideros, Mega Hit, Lagrein con tedeschi e francesi presto in ombra e mai in grado di interferire seriamente. Ginko Biloba si è estromesso subito con un errore di percorso e Trigeminus è caduto al primo passaggio della siepe davanti alle tribune mentre il cofavorito Neander non si è ritrovato sulla pista per lui nuova di via Palade. Nel finale la lotta si è accesa lungo la retta opposta ma Royal Mougins ha imposto subito lo “stop” alle velleità degli avversari con la sola Terra Romana in grado di tenergli testa restando nella sua scia. In retta l’allievo di Holkack ha imposto la legge del più forte relegando la cavalla di Umberto Ciminaghi a cinque lunghezze ma con grandissimo onore. Paul Andrew Johnson non ha dubbi: “In questo momento Royal Mougins è il più forte e lo sta dimostrando con continuità, non ho avuto alcun problema nel prendere la testa e conservarla fino al termine”. Occhi lucidi per la contentezza in casa Ciminaghi con grandi pacche sulle spalle all’ottimo preparatore Simone Pugnotti. Mideros si è confermato cavallo di “prima” agguantando un prezioso terzo posto a sette lunghezze da Terra Romana ma ben otto davanti a Serge della cui prestazione Mario Pirone si dice soddisfatto: “In questa categoria, è un quarto posto che vale, specialmente per il nostro cavallo che non è un siepisti puro”. “Sono rimasto un po’ chiuso – dice Raffaele Romano quinto con Lagrein – ed ho perso il tempo giusto per mettermi in scia dei primi, ma tutto sommato è un buon risultato per un quattro anni”.
Debacle tra gli stranieri del premio Spegasso steeple chase di preparazione al “Merano”. A completarlo solo in due con Baggio che ha ragione di Gont nelle fasi finali dopo averlo tenacemente inseguito rimediando ad un intoppo che lo ha visto praticamente fermare per non cadere sopra Hrabia Pan, all’oxer. Bejrut e Linus a qual punto erano già fuori corsa per la caduta alla fence. Corsa un po’ falsa che comunque ha detto di un Baggio certamente in forma in vista della partecipazione al GP di fine mese.
Oltre 3800 Euro sono andati nelle tasche di chi ha indovinato la trio della siepi per i tre anni. Algol, Nepal e Spirit Squad i nomi che l’hanno propiziata favorendo ovvie quote elevate anche per il vincente e l’accoppiata, ai danni dei favoriti Imperial Bughins ed El Marunat finiti alle loro spalle.

Questa news è stata letta 654 volte dal 17 Settembre 2007