Dic 12

World Trotting Master: prosegue il confronto internazionale

Ippodromo Bologna Trotting World MasterIl rapporto sinergico tra Sisal, HippoGroup e Nord-Est Ippodromi ha portato all’organizzazione del Trotting World Master, torneo a squadre riservato ai driver, che vede nove autentici campioni delle redini lunghe raggruppati in tre squadre, con l’Italia, padrona di casa, sfidata dalle agguerrite rappresentative del Nord-America e della Comunità Europea.
Un autentico parterre de roi impreziosisce il livello dell’iniziativa, frutto della grande passione per il cavallo che accomuna gli uomini che dirigono queste importanti realtà, con al via nomi che richiamano i momenti più esaltanti della storia del trotto contemporaneo visto in dimensione intercontinentale.
Per dovere di ospitalità andiamo a presentare in primis i driver che giungono dal variopinto mondo nordamericano delle redini lunghe, con il campione canadese Mike Lachance capo delegazione in virtù dei suoi numerosi successi nel Gran Circuit , che l’hanno portato ad essere il runner-up dell’inarrivabile John Campbell nella classifica di tutti i tempi in quanto a somme vinte, con oltre 175 milioni di dollari. Questo autentico big dai natali canadesi si è ascritto per quattro volte il titolo di capo classifica, giungendo per cinque volte al secondo posto, con un record di 770 successi nel corso del 1986. E’ un onore vedere all’opera il driver di Victory Dream, Continentalvictory, Self Possesed e Amigo Hall, che il cinquantasettenne di madre lingua francese ha portato a dominare nel più ricco e prestigioso Gran Premio del trotto Usa, l’Hambletonian. Passione, tradizione famigliare e talento hanno imposto Jody Jamieson ai vertici del trotto a stelle e strisce dopo un proficuo apprendistato sulle piste di casa ed il trentunenne proveniente dall’Ontario ha brillantemente rappresentato il suo paese in svariate edizioni del Campionato Mondiale, vincendolo da autentica rivelazione nel 2001. Ospite in Italia per il Superfrustino nel 2001, nel 2007 sta vivendo la sua migliore annata, sfociata a novembre nella vittoria con l’ambiatore Santanna Blue Chip nelle Breeders Crown. Di tre anni più giovane è il newyorkese Yannick Gingras, che proprio sulla selettiva pista da mezzo miglio dello Yonkers ha imposto il suo nome tra i top-driver, spostando poi il suo raggio d’azione al Meadowlands e arrivando proprio quest’anno al successo più prestigioso grazie alla figlia di Varenne Southwind Serena, dominatrice delle Breeders Crown riservate alle femmine di tre anni.
L’azzurro a stelle dorate dell’Europa è rappresentato da autentici mostri sacri del nostro sport, ed ha come emblematico portabandiera Christophe Martens, erede del pluridecorato Gilbert, indiscusso dominatore delle classifiche a Cagnes Sur Mer e nel corso del suo magico 2007 Campione Mondiale, successo che fa seguito al titolo Continentale ottenuto nel 2006. Sarà davvero curioso vedere all’opera il celebrato successore di Roberto Andreghetti sul tetto del mondo. E dal figlio d’arte belga ma francese d’adozione, passiamo al catch driver per antonomasia dell’ippica scandinava, Jorma Kontio, la cui fama e le cui doti di brillante improvvisatore lo portano ad essere assai richiesto anche nel nostro paese dove, dopo ben 8000 primi piani in carriera è giunto ad imporre alla ribalta soggetti come Keystone Patriot, Nealy Lobell in complessivi quattro Campionati Europei a Cesena, per non parlare di Passionate Kemp, arrivando anche al sediolo del migliore di tutti, l’indigeno Varenne. L’alta classifica è da sempre territorio di Jorgen Sjunesson, improvvisatore di gran classe che nella sua terra, la Svezia, ha pochi rivali nel ruolo di catch driver, qualità che gli appassionati italiani hanno imparato ad apprezzare nel corso delle sue incursioni per il Superfrustino cesenate e che non sono sfuggite nemmeno a Lutfi Kolgjini, il quale gli ha affidato con fiducia il campione Revenue nel canadese Maple Leaf. Siamo altresì al cospetto di driver italiani amati ed ammirati in patria, temuti nel continente Europeo, con il figlio e nipote d’arte Pietro Gubellini in pista con le sue oltre quattromila vittorie ed un palmares classico che lo pone ai vertici assoluti nel nostro paese. Tanti i cavalli che hanno caratterizzato la carriera del trentottenne milanese, dai campioni della sua spensierata giovinezza, Antwerp Hanover e Crown Invitation, alle abili interpretazioni di Solar Effe, Abano As e Daguet Rapide e molti altri a seguire, come Frisky Bieffe, Cirdan e in un paio d’occasioni anche Lets Go.
Carriera di notevole spessore quella che Roberto Andreghetti ha costruito grazie ad una indubbia classe ma anche con la caparbia ostinazione che spesso contraddistingue chi figlio d’arte non è. Il driver ravennate ha posto il suo sigillo in svariate prove del panorama classico, iniziando le sue frequentazioni a livello d’elite con Metello Om, indigeno dalla carriera miliardaria e confermandosi poi con l’ardente Topkapi As, mentre Almahurst Om e Avril sono stati i cavalli della vera e propria consacrazione ad alto livello. La decisione di convogliare tutte le sue energie verso l’attività di catch lo porta ad ampliare il suo raggio d’azione, dando quindi spazio a collaborazioni importanti anche fuori confine, come quella con il francese Fabrice Souloy, il trainer di Java Darch e Pegasus Boko, o Lufti Kolgjini , che gli affidò Glen Kronos in occasione del Derby vittorioso del 2006, per non parlare della partnership con Jerry Riordan sfociata nel Derby vinto con Concord Jet e i numerosi primi piani in corse di gruppo dell’attuale quattro anni Ghibellino per il danese Erik Bondo.
La Campania è terra di numerosi driver dall’indubbio talento e di allenatori dalle grandi capacità, Roberto Vecchione forse predilige la guida, ma ha dimostrato di essere trainer dalle doti non comuni, imponendosi quindi come professionista tra i più completi del panorama nazionale. Da qualche anno ai vertici della classifica italiana, il “nostro” ha portato a primi piani di spessore classico soggetti come Zorilla Jet, Cosmos Rob, Ellymay e Ghiaccio Del Nord, ottenendo inoltre con Ergon Jet un incredibile secondo posto nel Campionato Europeo del 2006 e partecipando con una notevole carica agonistica ai maggiori trofei riservati ai guidatori.
Il Torneo avrà uno sviluppo itinerante, quattro le tappe previste, con appuntamenti sugli anelli di Bologna, domenica 9 dicembre, Torino, lunedì 10, Trieste il giorno successivo, con giornata conclusiva a Treviso, mercoledì 12.
E per la tappa torinese ci sarà a disposizione degli appassionati milanesi un autobus da San Siro a Vinovo in partenza lunedì 10 dicembre alle ore 12,30.

Formula innovativa, con nove guidatori divisi in tre squadre, con la classifica finale frutto della somma punteggi ottenuti nelle quattro corse riservate al trofeo che ognuno dei quattro ippodromi perizierà nella giornata deputata al medesimo, con un totale di sedici eventi agonistici, seguendo il regolamento Unire che concede 10 punti al vincitore, 5 al secondo arrivato, 3,2 e 1 punto rispettivamente a terzo, quarto e quinto al traguardo.

Da rimarcare, inoltre che in occasione del Trotting World Master, i quattro ippodromi toccati dall’iniziativa saranno anche sede della corsa Tris nazionale, alla quale potranno partecipare i nove campioni in gara nel trofeo.

Di rilevante importanza, nell’ambito delle quattro tappe del Trotting World Master, il Trofeo riservato al Memorial Giovanni Branchini, ippico a tutto tondo recentemente scomparso, che verrà doverosamente ricordato con una corsa in ogni ippodromo. Tanti gli amici che hanno voluto mantenere viva la memoria per questo geniale innovatore, la cui fervente passione per il trotto regalò all’ippica contemporanea corse come il Gran Premio Orsi Mangelli con batterie e finale, il Serial Locatelli, sfide tra il ciclista Moser e il campione Lanson, ma anche l’introduzione delle immagini televisive, e tanti memorabili Gran Premi della Lotteria ricchi di campioni.

Classifica Trotting World Master 2007

CLASSIFICA PRIMA TAPPA TROFEO TROTTING WORLD MASTER - BOLOGNA DOMENICA 9 DICEMBRE 2007

CLASSIFICA SECONDA TAPPA TROFEO TROTTING WORLD MASTER - TORINO LUNEDI' 10 DICEMBRE 2007

CLASSIFICA TERZA TAPPA TROFEO TROTTING WORLD MASTER - TRIESTE MARTEDI' 11 DICEMBRE 2007

CLASSIFICA QUARTA TAPPA TROFEO TROTTING WORLD MASTER - TREVISO MERCOLEDI' 12 DICEMBRE 2007

Questa news è stata letta 1150 volte dal 12 Dicembre 2007