Feb 1

Padova: una Supertris nel nome di Luigi Rigon

Ippodromo PadovaVenerdì dall'elevato appeal alle Padovanelle, sede prescelta per lo svolgimento della Supertris settimanale, versione decisamente più ricca sia a livello monetario che qualitativo rispetto alle prove tradizionalmente abbinate al terno ippico nazionale e caratterizzata dalla presenza di attori dal prestigioso palmares. Un miglio da percorrere, partenza dietro le ali della macchina e diciotto soggetti al via, questa la formula ad alto gradimento del Memorial Luigi Rigon, personaggio carismatico del trotto veneto la cui eredità è straordinariamente viva nei figli Antonio e Giovanni, titolari della Scuderia Allevamento Rialza, celebre per il suffisso Rl che caratterizza i prodotti nati sui prati friulani di Fiumicello e su quelli veneti di Camisano Vicentino. Driver di talento e soggetti dalla fulgida carriera agonistica, rendono assai complicato il compito del pronosticatore, incuriosito dalla collocazione all'estremità della prima fila assegnata a Fast Effe, sicuro della ritrovata vena di Big Boss Blue e conscio della grande classe che caratterizza la carriera di Gwineth Duke e Guantanamela, mentre il glorioso passato di Dorno ne fa un outsider assieme al diligente Canyon Cup, beniamino di casa Broggin annunciato al top della forma. Allargando la rosa dei papabili e ricordando che alla Tris sono affiancate le scommesse Quartè e Quinte, non possiamo dimenticare che Endy Di Re è reduce da una brillante vittoria bolognese e che Gazi Rivarco è l'atout di giornata di Paolo Leoni, mentre Roberto Andreghetti, torna a nord-est dopo una fruttuosa missione parigina presentando in corsa la regolare Forza Trio. Il lungo pomeriggio padovano offre ricca prebenda e buone chance ad una vasta rosa di soggetti, dalla promettente Lince Roc in apertura, al coetaneo Lefirst alla seconda, mentre alla terza Andrea Farolfi vanta solide ambizioni in chiave vittoria grazie alla freschezza di Lastorre Guasimo e se alla quarta ci proverà Forsizia, alla quinta sarà il turno di Iron Roc, ennesimo ospite del pomeriggio. Nell'accompagnare il convegno verso lo svolgimento del clou, eccoci alla sesta, un contesto qualitativamente modesto ma foriero di ticket ad alto rendimento, magari con l'accoppiata Incredibile Speed/ It'S So Funny, mentre i gentleman in pista alla settima si daranno battaglia sino all'ultimo metro di corsa, con il glorioso Bizzoso Ral a vender cara la pelle e alla ottava, spazio ai notevoli progressi di Farader, oggi al cospetto di avversari non trascendentali.

Questa news è stata letta 808 volte dal 1 Febbraio 2008