Apr 14

Arcoveggio: resoconto Gran Premio Italia

Ippodromo Bologna Gran Premio ItaliaAppuntamento fondamentale nella carriera giovanile di un trottatore, Il Gran Premio Italia rappresenta anche uno dei fulcri programmatici dell’Arcoveggio. Se poi questa grande corsa si tinge di rosa allora l’emozione è ancor più grande. Merito di Letter From Om, puledra già a segno a Roma nel Berardelli, ed ora fregiatasi di un alloro fondamentale per la sua carriera. Roberto Vecchione e Paolo Romanelli, rispettivamente driver e trainer della OM, hanno compiuto un capolavoro. Roberto Vecchione ha seguito al via Lagas Bi e Letter From OM ha trottato tranquillamente coperta dietro un rivale che non ha lesinato andatura. Ha rotto presto l’atteso toscano Le Roi Gar. A metà gara attacco deciso di Leoner of Brownn sfumato però in errore sulla curva finale. Qui Letter From Om ha spostato su Lagas Bi per imporsi in maniera devastante. Su Lagas Bi poi è piombato come un falco Lacoste Om a far suo un secondo importante. Grande soddisfazione in premiazione. Roberto Vecchione non ha dubbi: “Cavalla grandiosa, merito dell’allenatore Paolo Romanelli, questa Letter From OM fa sognare, oggi abbiamo vinto davvero bene, ho scelto di restar secondo perché Lagas Bi mi assicurava ritmo e treno importante, quando abbiamo mosso per Letter From OM è stato un giochetto imporsi alla media di 1.14.6”.
Non solo Letter From OM, poiché l’Italia Filly è stato vinto da Lory Trio, femmina locale appartenente a Iores Bolognesi, il patron della Scuderia Trio, che così ha festeggiato nel migliore dei modi il compleanno. Lory Trio, perfettamente guidata da Roberto Andreghetti, è scattata in testa e poi ha difeso alla grande la vittoria contro Leonida Grif che vanamente l’ha impegnata sin da metà gara. Terzo posto per Little Italy tutta strada alla corda sulla scia della vincitrice

Questa news è stata letta 622 volte dal 14 Aprile 2008