Apr 30

Capannelle: femmine alla ribalta nel Torricola

Ippodromo CapannellePrimo maggio. Una grande festa anche alle Capannelle tra i cavalli, nel verde di uno scenario incomparabile, occasione per un pomeriggio diverso, ippodromo come meta di tantissimi romani che lo scelgono per una gita fuori porta naturalmente confidando nella mitezza del clima. È una tradizione il primo maggio alle Capannelle, la città riscopre il suo ippodromo, famiglie, bambini, giovani. Naturalmente Capannelle si veste a festa per accogliere i tanti appassionati, in funzione tutte le sue strutture dall’area pic nic nella zona prato, al ristorante panoramico, alla terrazza derby, al parco giochi per i piccini ai punti di ristoro. Vale la pena in giornate come queste di esserci. Questa volta ancora di più perché se tradizionalmente la giornata del primo maggio presentava un programma ricco di spunti agonistici, in questa circostanza e il cambio di rotta è interessante e significativo si è voluto offrire al pubblico anche una consistente opzione tecnica di alto profilo. Non mancano insomma tra le otto in programma le prove di spessore qualitativo. Innanzitutto i puledri di due anni alle loro prime sortite avranno a disposizione due prove che sono ormai nella tradizione di Roma, si tratta del Toulouse Lautrec per i maschi e del Marguerite Vernaut per le femmine e sempre sulla distanza dei mille metri, affollatissime. Tutti cavalli rigorosamente italiani e al debutto assoluto, una emozione nuova. Spesso da queste corse arrivano indicazioni probanti, pensaste che Golden Titus oggi il nostro anziano di punta iniziò proprio in questa corsa la sua avventura agonistica. Il pomeriggio oltre alle due corse per i due anni ci riserva due handicap e una reclamare oltre ad altre tre corse di assoluto livello. A cominciare dal Torricola listed per femmine sui 1500, ultima chiamata in vista del prossimo Regina Elena che incoronerà la migliore tre anni sul miglio in Italia. Chiedono il passaporto per la classica in dieci femmine. Sono attese con molto interesse cavalle come A Touch Wild che scende da San Siro dopo aver suscitato molto interesse e speranze. Trova sulla strada la rientrante Vattene che è stata una delle migliori due anni lo scorso anno, il suo allenatore Gasparini schiera nella circostanza anche Defaillance e Tris Di Donne. Ancora dalla Toscana arriva Lia Rumma, rientra anche Polenta che si era messa in notevole evidenza a due anni, aspirano ad una lusinghiera prestazione cavalle come Sogna, Sea Sex Sun, Ecoute Moi e Casiluca. Davvero una corsa listed che fa onore al suo titolo e dà un volto particolare alla giornata che comunque regala agli appassionati anche un’altra prova per sole femmine, anche in questo caso come per i puledri rigorosamente italiane. Si tratta del Camuffo sui 2000 che potrebbe anche dare il via per qualcuna alla scalata verso le Oaks. In campo Atamura, Carmen Umbra, Tremoto, Maiepoimai, Bad Drago, Ragiam tutte cavalle interessanti e la vincitrice certamente si farà onore anche in seguito. Non basta, il bel pomeriggio ci offre anche un altro spunto tecnico rilevante, nel premio Agriformi assisteremo forse all’ultimissima chiamata in vista del derby dell’undici maggio. Sui 2000 si misurano i tre anni e tra i vari partenti attenzione particolare potrebbe essere rivolta a Lessing così come a Fascinant, Kard Prince, Romanus, Mr Bird e Sa Kin. Forse per il vincitore, se in bello stile, potrebbero anche schiudersi le porte delle gabbie del nastro azzurro.

Questa news è stata letta 678 volte dal 30 Aprile 2008