Giu 19

Arcoveggio:SuperTris per ricordare il Prof. Emilio Callegari

Ippodromo BolognaVenerdì sotto le stelle all'Arcoveggio, ospiti di rilievo e tanto spettacolo in tutte le nove sfide in pista, con la corsa Super-Tris a ricordare il cattedratico bolognese Emilio Callegari, insigne professore alla Facoltà di Medicina Veterinaria dell'Ateneo felsineo – che dà il patrocinio alla serata -nonchè allevatore appassionato e proprietario di cavalli da trotto. Nell'occasione, gli studenti sono invitati ad intervenire gratuitamente all'ippodromo, anche per fare il tifo per i loro colleghi universitari in sulky, protagonisti della quinta corsa, intestata al C.U.S. Bologna.
La Tris "super" è per veri intenditori, con venti coppie al via alle 21.30 sulla selettiva distanza del doppio chilometro, suddivise in tre nastri davvero omogenei. La disamina inizia dagli estremi penalizzati, Good Riz, con il driver più vincente del panorama nazionale, Enrico Bellei, e FireLight, esperto allievo di Chiara Nardo assai atteso ad un risalto vincente. Risalendo le fila, eccoci al nastro intermedio ed al cospetto di Catullo, indomito combattente che Roberto Vecchione guiderà con ambiziosa fiducia, mentre per il beniamino di casa, Roberto Andreghetti, Cannone Effe rappresenta una solida chance in chiave podio, senza trascurare il feeling con lo schema e la distanza dell'ospite bolognese, ben assecondato da Salvatore Mattera Jr. Siamo ora al cospetto degli avvantaggiati, tra i quali spicca un inviato dalle Marche assai competitivo in questo tipo di contesti, Exel Onion, soggetto qualitativo interpretato da Marcello Mattii, mentre dall'estremità dello schieramento si avvierà il ritrovato Doxforf, abbinato ad un Alessandro Gocciadoro in grande spolvero.
Bello il corollario, assai accattivante il sottoclou, Premio Arcadia Nes, una sorta di Gran Premio in miniatura che regala chance e un rilevante compenso alla generazione 2005 egregiamente rappresentata da prospetti classici come Lewis OM, in pole e con Andreghetti in regia, Legier Mb, vincitore ad ottobre del Criterium Arcoveggio, nonché Larry Bird; questo senza dimenticare Lendemain e l'atout di Enrico Bellei, il veloce Lemon D'Ete.
Alle 20.30 il prologo con i tre anni in pista e due toscani a dar vita ad un probabile match: parliamo di Leonid Ferm, con Edy Moni e Lavec D'Alfa, carta di rilievo giocata con ottimismo da Maurizio Pieve. Mezzora d'attesa, poi spazio ai gentlemen e a Giorgio Trio, che Nicolò Venturi porterà all'arrembaggio del probabile leader Dopo Imho, mentre alla quarta Infanta Ok è una favorita dalle indubbie chance ed alla quinta la sportività e la passione per il trotto degli studenti universitari trova in Alessandro Benvenuti e Flash Pizz un concreto punto di riferimento. Tornano i giovani leoni alla sesta, un miglio che Laval può far proprio anche se Lionel Dumper e Ligas Bi sono avversari da prendere con le molle, mentre Baltic Kronos all'ottava ed Immagal alla nona possiedono le carte in regola per chiudere al primo posto le rispettive competizioni.
E arrivederci a domani sera, ultima "Notturna" di trotto prima della pausa estiva.

Questa news è stata letta 699 volte dal 19 Giugno 2008