Giu 21

Padova: un clou per maratoneti

Ippodromo PadovaLa nuova settimana delle Padovanelle apre davvero in grande stile oggi alle 17.30, con un convegno dai cospicui contenuti tecnici impreziosito dal concorso di alcuni tra i migliori driver del panorama nazionale, da Roberto Andreghetti e il suo omonimo Vecchione, al redivivo Arnaldo Pollini, passando ad esponenti della nouvelle vague come Davide Nuti e Gianvito D'Ambruoso, con la forma locale ben rappresentata da Enrico Montagna e Massimo Trevellin. Bello il clou, affollato e ricco di individualità dalla rilevante valenza, con ben quindici contendenti divisi in tre nastri piuttosto omogenei ed impegnati sulla superselettiva distanza del 2400 metri. Pronostico aperto alle più svariate soluzioni, con alcuni esperti pronti a scommettere sulla ritrovata forma della emiliana Fuliggine Rex, altri invece, vedono nel grintoso panzer Francese una valido atout in chiave vittoria per Roberto Vecchione, mentre le recenti performance di Endy di Re inducono a non trascurare il positivo allievo della famiglia Bezzecchi, con Arnaldo Pollini e le lesta Genesis ad inseguire un ben retribuito piazzamento in zona podio. Ad un clou per anziani incerto e caratterizzato dai numerosi attori al via, fa da contraltare una corsa di spalla dalle sporadiche partecipazioni, con sei esponenti della generazione 2005 impegnati sulla breve distanza per un pronostico accentrato su Loris Roc e Losanna Trio, mentre per Ledoyen l'obbiettivo di giornata è un inserimento in zona podio. Gentleman in vetrina alla prima corsa, una riuscito sfida sui due giri di pista che vivrà sul match di chiara marca emiliana tra Fregio e Exodus Trio, affidati rispettivamente ai bolognesi Nicolò Venturi e Michele Canali, mentre alla seconda la declassata Early Di Jesolo trova contesto ampiamente alla sua portata e alla quarta il connubio Andreghetti/ Ishull di Poggio sembra in possesso dei titoli migliori. Il lungo itinere del convegno ci porta alla settima, con un'altra notevole chance per il ravennate Andreghetti grazie al potente Gerard Fly Jet e con possibilità per il campione emiliano di trasformare la trasferta a nord-est in un vero e proprio trionfo per le cospicue possibilità di vittoria della positiva Liberty Dl alla ottava, mentre Indian Fly Jet è la pedina migliore della connection Fonte /Trevellin alla nona.

Questa news è stata letta 642 volte dal 21 Giugno 2008