Set 20

Capannelle: due anni di grandi speranze

Ippodromo CapannelleNon si può mancare se si amano le corse e i cavalli nella loro accezione più nobile. Domenica pomeriggio super alle Capannelle e con tanti motivi di interesse. Anzi tutto ben 76 partenti nelle sette corse in programma, in più una prova sicuramente coinvolgente e spettacolare con 19 femmine di due anni alla ricerca della loro prima affermazione. Nel suo complesso il pomeriggio ci regala quattro corse per i giovanissimi che vivono davvero in autunno a Roma la loro grande stagione, e due prove sono listed ovvero selezione garantita: si tratta del Repubbliche Marinare sui 1500 metri per le sole femmine in vista del successivo milanese Dormello e del Rumon (nome etrusco del fiume Tevere) sul miglio da sempre un grande trampolino di lancio. Le altre due corse sono due maiden e ben affollate come detto. Non finisce qui, due altre corse sono tra quelle da non perdere perché vedranno in lizza ottimi tre anni e oltre sia sul miglio come sui 2100 e per chiudere un ben riuscito handicap. Le piste in attività saranno quella grande in erba, la più selettiva, per ben sei volte mentre l’handicap si disputerà su quella all weather. Quanto a distanze si va dai 1500 metri ai 2100. Le protagoniste del Repubbliche Marinare saranno 12 e tutte o quasi hanno un buon motivo per esserci. Nomi come quelli di Rassima seconda nel Criterium Labronico, di Tapioka Express che ha segnato grande progresso, Passavanti che si è fatta valere, The Blue God che resta la seconda del criterium Partenopeo, della novità My Sweet Baby ed ancora Aria Di Festa, Ars Nova, Chiaravalle, Dragaccia, Escalada, Kathy Ridge, Scrupulusa non manca davvero la scelta. Come nel Rumon che sul miglio deve dare il via libera ai migliori per il Gran Criterium o per il Berardelli. Ci provano in dieci capeggiati da Turati che si è brillantemente esibito pochi giorni fa nel pomeriggio in cui la Nuova Sbarra, fatto quasi unico, riusciva nella stessa corsa e con tre allenatori diversi a piazzare tre suoi cavalli ai primi tre posti e due sono in campo anche in questa circostanza perché a Turati fa eco Spirit Light e il terzo si chiama Rahymi. Tutti a caccia di un record perché in listed davvero nell’ippica moderna è quasi impossibile giungere ai primi tre posti con tre cavalli di scuderia. Gli avversari non staranno a guardare: Borgusio, Courbet, Fabuio, Nord’s Ransom, Pit Lane, Seul Blue e Wood White. Dai giovani ai maggiori di età, ecco due prove molto interessanti dal punto di vista qualitativo. Sui 2100 metri scendono in campo Vol De Nuit che sfida Monachesi, due anziani con tanti traguardi importanti nel carniere, il primo secondo di Milano e l’altro di Roma. Sfidati da Bernheim, Elleno, Quality Son e Ul Zincarlin. Sul miglio invece si misura Eldest uno dei leader della generazione dei tre anni alle prese con l’ottimo Project Dane al rientro ma anche con Salisburgo, El Toboso, Jay Force, Pedra Pompas. Davvero un programma che non mancherà di coinvolgere gli appassionati che a Capannelle trovano sempre la dovuta accoglienza, grandi e piccini che hanno a disposizione il parco giochi e attività di intrattenimento mentre sono in funzione tutti i punti di ristoro, dal ristorante panoramico alla terrazza derby, ai bar e ovunque a disposizione monitors per seguire le corse di Roma e di ogni altra parte d’Italia e estero ed in più la possibilità di assistere alle partite di calcio.

Questa news è stata letta 649 volte dal 20 Settembre 2008