Dic 24

Arcoveggio: per Ludwing Bi il clou è un vero Labirinto

Ippodromo BolognaSanto Stefano alle corse, tradizione mantenuta all'Arcoveggio anche in questo 2008 ippico dai mille volti, sorridente in primavera ed estate, corrucciato durante l'autunno caldo degli scioperi, ed ora carico di aspettative. Manche per tre anni sotto le Due Torri, con otto eccellenti performer pronti a sfidarsi sul miglio, senza un vero e proprio favorito ma con una vasta rosa di candidati alla vittoria. Numero e classe, uniti alla guida dell'emergente Marcello Di Nicola, fanno di Laetitia una delle più attese, anche se la femmina allenata da Claus Hollmann pare aver smarrito lo smalto giovanile che le permise di aggiudicarsi il Criterium Veneto, mentre dalla campagna fiorentina giunge carico di aspettative Loreto Jet, che Giuseppe di Caterino affida a Giuseppe Lombardo Jr. Una lunga suite di piazzamenti in compagnie piuttosto competitive induce a non trascurare Ludwing Bi, un esponente del team Biasuzzi allenato da Jerry Riordan e oggi interpretato da Loris Farolfi; poi, in successione, spazio all'aitante Lucifer Press ed al progredito Labirinto Sas, mentre tutta la tribuna attende l'exploit di Luisiana Tab, brillante a Trieste nell'ultimo Gran Premio della stagione e più mai in corsa per il successo.
Ottima riuscita tecnica anche per il sottoclou, con i puledri di due anni attesi ad una vetrina ricca di individualità, dagli ospiti Marcalagonis e Maryon Ors, all'ottimo Masurin Jet, esponente di punta della forma locale assieme a Melody Trio.
Prologo alle 14.30 con i gentlemen ad aprire le danze: una sfida per tre anni dalle brillanti caratteristiche, un miglio nel quale Ligas Bi e Michele Canali esibiranno un collaudato feeling, mentre alla seconda l'ospite Merit Mast torna in Emilia per riportare a casa la prima vittoria di una giovane carriera. Alla terza plebiscito per Irgoli, ennesimo atout griffato Giuseppe Lombardo in un venerdì assai promettente. Anziani di buon livello alla quinta e ancora match di marca fiorentina fra Gavoi ed Ines Bond, poi, alla settima, attenzione a Creonte Dei, mentre la chiusura sembra offrire una buona chance a Doro Gas, encomiabile regolarista di casa Bigliardi.

Questa news è stata letta 589 volte dal 24 Dicembre 2008