Mar 14

Capannelle: Lui Rei, il leader

Ippodromo CapannelleNon capita tutti i giorni di vedere all’opera un vincitore di una prova così importante nella carriera giovanile di un cavallo come il prix Papin che segna, in estate, uno dei momenti di maggiore selezione per le giovani leve. Lui Rei nato ed allevato in Italia dalla Siba ed allenato da Armando Renzoni è riuscito lo scorso anno nell’impresa ed ora ha scelto Capannelle ed il suo premio Arconte quale primo assaggio stagionale per dare il via alla sua carriera di tre anni. Si presenta sui 1500 e per la prima volta nella vita, la sua futura destinazione sarà il Parioli, la classica sul miglio del 19 aprile. Tutti i binocoli saranno puntati nella sua direzione, lo sfidano solo in tre ma sono di spessore, proveranno a far sentire al campione da Reinaldo la distanza inedita, si tratta di Miroslav che ha concluso con una franca affermazione la sua stagione autunnale ed è molto stimato in scuderia anche lui sulla strada del Parioli come gli altri che sono Mibar vincitore di listed a Siracusa e Wood White il secondo del Rumon. Esaminatori di vaglia ma Lui Rei non deve temerli, deve dimostrare di essere un campione anche a tre anni e a questa corsa deve chiedere il primo passaporto verso nuovi importanti traguardi. Saranno sette le corse nel pomeriggio e quella di Lui Rei è posta come seconda preceduta dal tradizionale Saccaroa sul miglio per femmine si ma figlie di stalloni italiani e con sei in campo capeggiate da Cocot e Abraxas insidiate da Seattle Den. Gran bella corsa la terza, in una sequenza davvero interessante. Sui 2200 metri Gimmy il vincitore del D’Alessio, meraviglioso protagonista della scorsa primavera, si rimette in cammino sfidato da sette rivali tra i quali Elleno, Subitodopo e Wycherley. Proprio una corsa di spessore da non perdere per la sua rilevanza tecnica e per gli scenari futuri che si disegneranno per Gimmy che punterà al bis nella corsa del giorno del derby. Due maiden ben affollate sul miglio e sui 1800 daranno la prima vittoria a femmine e maschi mentre due handicap incerti ed entrambi con dieci partenti chiuderanno la giornata che si svilupperà sempre sulla pista in erba e grande dai 1500 ai 2200 metri durante un pomeriggio che come di consueto offre agli appassionati tutte le strutture di Capannelle in funzione per rendere più accogliente a grandi e piccini il tempo trascorso all’ippodromo.

Questa news è stata letta 531 volte dal 14 Marzo 2009