Apr 25

Capannelle: qualità e incertezza

Ippodromo CapannelleDOMENICA 26 APRILE - La qualità non manca mai nelle giornate di festa all’ippodromo Capannelle. Si unisce sovente alla splendida incertezza delle corse, campi omogenei e ben affollati, in tutto 71 partenti per sette corse, vale a dire una media di dieci. Due condizionate di spessore, due prove per i tre anni ancora a digiuno di vittorie, due handicap dopo la scorpacciata del giorno prima e anche una corsa per i giovanissimi due anni, la vera novità del mese che sta per iniziare. Il divertimento è assicurato anche dalla buona varietà delle distanze delle corse che andranno dai mille metri in pista dritta ai 2100 passando per i 1500, 1600 e 2000. In funzione cinque volte la pista grande, una quella all weather e una la dirittura. I due anni che esordiranno saranno in otto e ovviamente sono tutti da scoprire, un bel motivo in più per esserci. Correranno sia come maiden sia a reclamare, una interessante soluzione che per esempio in campo ostacolistico funziona. Da non perdere la corsa sul miglio in pista grande per i tre anni, saranno in cinque ma i binocoli saranno tutti per Diglett, un listed winner che passa dalla dirittura alla distanza maggiore con curva. Sarà sfidato da King Luck, Leuci Lamps, Royal Force e Tres Elegant in ascesa. Otto invece gli anziani che si cimenteranno, sempre in una ricca condizionata, sui 1500 metri ancora in pista grande: bei nomi come quelli di Alleluja Angel, Salisburgo, Touch Of Mida, Joaquin, Romanae Memento, Snap Count, Eternity Boy e San Dany, praticamente quasi una listed. La scarica di adrenalina è assicurata dai tre anni alla ricerca della prima vittoria. Sono ben 16 in entrambe le occasioni, una sui 2000 e l'altra sul miglio. Queste sono le ultime occasioni buone perchè da maggio il numero delle maiden diminuirà.

Questa news è stata letta 648 volte dal 25 Aprile 2009