Mag 4

Padova: un clou formato esportazione

Ippodromo PadovaDopo l'affollata kermesse del 1 maggio, con tanto spettacolo in pista ed una tribuna gremita in ogni ordine di posto, torna la routine al Breda per un inusuale lunedì di trotto, nel quale saranno ancora i tre anni a reggere il cartellone principale. Mattatore di giornata sarà Roberto Andreghetti, presente in tutte e sei le prove riservate ai professionisti, spesso con dovizia di chance, in primis nello stringato clou nel quale interpreterà il portacolori della scuderia Biasuzzi, Mateus Bi. Compito non semplice per il promettente puledro in livrea rossoverde, anche se il numero uno d'avvio gli permetterà di scegliere la tattica migliore per irretire le ambizioni di Mouscrom e Masson Del Ronco, i migliori del ristretto lotto di partecipanti alla disfida posta come terzo episodio del palinsesto patavino. Alle 15.15 il primo appello in pista che vedrà impegnati i quattro anni, anche qui, il driver ravennate si giocherà una briscola di livello nella rivelazione stagionale Long Speed, vincitore in bello stile e a tempo di record in quel di Bologna, mentre mezzora dopo, la su partnership con il team Biasuzzi troverà in Mefisto Bigi un valido alleato per ambire alla vittoria. Giunti alla quarta, eccoci ancora al cospetto dei quattro anni, questa volta però il top driver romagnolo riveste ruolo di outsider in virtù della forma ancora da rodare della sua Ludovica Jet che lascia ruoli più in vista nel pronostico ai locali L'Eroe Urby e Ladislao Bi, mentre alla quinta si torna all'antico con Giansar Rob ed il "nostro"da preferire alla numerosa ma labile concorrenza. Il lunedì padovano declina verso l'epilogo non prima però di offrire una ulteriore vetrina ad Andreghetti, nel frangente alle redini di Iacana Jet, ai gentleman, con Endless Kronos ed Andrea Orlandi, chiudendo con gli aspiranti allievi e con l'entusiasmo unito al buon talento del figlio d'arte Luca Farolfi, in pista con la positiva Iside Valm.

Questa news è stata letta 597 volte dal 4 Mag 2009