Mag 16

Capannelle: si elegge il Presidente

Ippodromo CapannelleDomenica 17 maggio all’Ippodromo di Roma Capannelle andrà in scena l’ultimo atto della grande primavera del galoppo. Tocca agli anziani nel Premio Presidente della Repubblica At The Races (17.55), una delle corse in di maggiore risalto tecnico del nostro calendario. Si tratta di un Gruppo 1, la categoria più qualificata del turf, su 2000 metri severi e veritieri. Lo scorso anno vinse Saddex, fresco reduce dal secondo posto nel Prix Ganay, davanti al validissimo Pressing. L’edizione 2009 elegge netto favorito Trincot neo acquisto del team Godolphin che vuole proseguire nel cavalcare la onda lunga iniziata sabato scorso con la vittoria nel Derby Italiano con Mastery. Trincot ha appena vinto il Prix Harcourt, un gruppo 2 importante in Francia, in autunno aveva fatto suo sempre a Longchamp il Prix Dollar altra pattern di secondo livello. Ha saltato il Prix Ganay proprio per centrare il bersaglio pieno in gruppo 1 che manca al suo palmares. Sarà un favorito molto caldo, nella sua ultima sortita tra le sue vittime c’era persino Vision D’Etat vincitore di derby francese e poco dopo del Prix Ganay. Trincot da uno spessore internazionale alla corsa, il Racing Post dopo la vittoria nel D’Harcourt lo ha gratificato con un rating di 119 libbre dall’alto delle quali osserva tutti i suoi avversari, sette, che sono tuttavia pronti allo sgambetto e che hanno tutti un buon motivo per provare a farlo. Prince Flori, che nella sua ultima apparizione in Francia non è entrato nelle gabbie, è cavallo solido, anziano che con il tempo ha mantenuto un eccellente stato di forma, capace di affermarsi in pattern tedesche ma non nuovo ad eccellenti sortite anche in Francia. Estejo è italo tedesco e sullo stesso tracciato di Capannelle a novembre ha colto il suo successo più importante proprio nel Premio Roma. Torna dopo la parentesi di Hong Kong e animato dalle stesse buone intenzioni che lo hanno portato al successo autunnale. Tre ospiti di prestigio che garantiscono buon rating, quello da gruppo uno, alla corsa ma anche cinque italiani che hanno la speranza di sovvertire il pronostico che, contro Trincot, li vede sulla carta sconfitti. Ci prova Selmis in forma come non mai, ha appena trionfato nel Premio Ambrosiano sconfiggendo tra l’altro alcuni insidiosi tedeschi. Tenta ancora una volta Freemusic il terzo dell’edizione dello scorso anno, lo vuole imitare il compagno Permesso, secondo nel Derby 2008 e poi vicinissimo a Estejo nel Premio Roma. Da Milano scendono Gimmy, fresco secondo nel Premio Carlo D’Alessio e Storm Mountain il cavallo più in forma in Italia in questo periodo che colleziona successi a raffica. Sarà una corsa degna della sua tradizione e del suo nome che da alcuni anni lo vede affiancato a quello di At The Races, il canale satellitare dedicato alle corse. Il resto del pomeriggio, invece, sarà legato alla presenza ormai tradizionale e gradita degli Emirati Arabi Uniti che sponsorizzeranno tutte le altre corse. A cominciare dal Premio Righetti Shadwell Stud, una listed sul miglio per i tre anni, quarta corsa (la prima alle 15) che ha raccolto al via ben 10 cavalli uno dei quali, Khor Dubai, vestirà la giubba della Godolphin. Affronta per la prima volta il miglio ma si è ben piazzato in listed e ha trovato posto anche nel marcatore di una pattern a due anni sempre sui 1200 metri. Lo sfidano alcuni dei nostri migliori come Ad Honores vincitore del Premio Pisa, Corioliss laureato nel Premio Optional, Desert Cry secondo a Pisa, Royal Force in serie di affermazioni. Alla listed per i tre anni risponderanno gli anziani sui 1400 metri nel WWF Emirates Airlines che potrebbe offrire a Gesture l’occasione per una nuova affermazione in listed dopo le due di inizio stagione. Opposto a Salisburgo, che seppe già vincere questa corsa, a Sfilzatore in ottima forma, come Moriwood, Rockhorse e Le Baron Jenney. Una pattern di gruppo uno, la prima in Italia nell’anno, due listed e poi ancora due Handicap Principali: il Jebel Ali Racecourse sui 1400 per femmine di tre anni e oltre con 11 al via capeggiate da Ruby Dancer la terza del Premio Carlo Chiesa e il Perretti Emirates Airline sui 2000 ancora per femmine con Acqua Ragia in cima alla scala dei pesi. In una giornata così importante non potevano non trovare posto anche i due anni, i migliori saranno in campo nel Premio della Speranza Emirates Horse Breeders’ Society sui 1200 e saranno in sei mentre il programma è completato dalla prima corsa, una reclamare ancora per i due anni, e da una maiden affollata sui 1500 metri.

Questa news è stata letta 519 volte dal 16 Mag 2009