Ago 30

Merano: le anticipazioni della domenica

Ippodromo MeranoSharpmon all’esame Luxury : nel Premio Richard è ancora Contu-Favero - In coda al convegno la corsa delle “vecchie glorie”

Tornano a incrociarsi le strade di Sharpmon e Luxury Baby, tema portante del premio intitolato a Piero e Franco Richard, la classica che misura il potenziale degli steepler italiani alla prima stagione di attività. Trampolino di lancio per l’impresa di Sharstar nel Gran Premio 2008, quest’anno manca il crack e la corsa vivrà sul confronto tra il vincitore del Vanoni che Contu ha tenuto in bambagia dal successo di fine giugno, e il grigio di Cellina von Mannstein ripresentato a inizio mese da Favero nell’Unag stravinto. Percorsi diversi, dunque, portano la coppia a duellare per la miglior moneta dei 55mila euro di dotazione. L’ultimo faccia a faccia sancì il 3 a 1 in favore di Sharpmon nei confronti diretti, ma fu un’uscita deludente per entrambi. Era lo Staffe d’Oro, e nessuno dei due strabiliò. Anzi, la prestazione convinse Favero a cassare il Vanoni dall’agenda di Luxury, mentre Contu decise di insistere, evidentemente a ragione considerati gli esiti sopra menzionati, che conferiscono al baio di Balzarini il titolo di cavallo da battere. Nel Vanoni, Sharpmon ha dettato legge, vincendo con stacco netto. Luxury Baby si è invece guadagnato i galloni di capitano dei “faveriani” inviati al Richard un po’ per la scarsità di concorrenti, un po’ per la recita da solista nell’ultima performance, quando mise in riga Vency e Silver Regent, quest’ultimo terzo del Vanoni. Quanto a Vency, sulla sua sella Kousek dovrà dimostrarsi maestro di equilibrio, nella curiosa posizione di compagno di colori Siba di Sharpmon e alleato per training Favero con Luxury Baby. Verosimilmente, giocherà per una piazza assieme a Crocicchio, il numero due di Contu, che al crescendo della parentesi primaverile ha fatto seguire un percorso anonimo nell’Unag. Terza fascia per Gulltop e Helmut, coppia che porta in pista la grande passione per l’ostacolismo sotto i colori di Barbara Bodei.

Il sottoclou del pomeriggio è riservato ai siepisti di quattro anni in odore del gruppo 2 loro riservato (che quest’anno, domenica 20 settembre, avrà un palcoscenico tutto suo, svincolato dal convegno del Gran Premio). Nel Premio Lions Club Maiense saranno in dieci, in prima linea il tris calato da Franco Contu, Ganeden-Tiparlo-Neroloto, Favero gli oppone Shakermaker (due successi a fila quest’estate) e Tihamah al debutto sui salti, quattro vengono da oriente ma non sembrano così pericolosi, le maggiori credenziali sono di Tammy’n Classy.

Selle siepi anche le seconde linee di quattro anni e oltre, nel Premio Dolomiten con undici partenti e tanti rientri (tra i quali Margine Rosso), e i tre anni che ripropongono Racconigi nel ruolo di riferimento della corsa.

Riappaiono in pista anche i maratoneti del cross, e quindi riecco sui cinquemila dell’Arma di Cavalleria l’infinito duello Fatal Mac-Lutin des Bordes. Il primo è pressoché imbattibile, anche se l’ultima volta Lutin non gli è finito lontano e il terzo incomodo è Black Diamond, ultimo – escluso il tentativo nella Velka Pardubicka - a infliggergli una sconfitta (proprio un anno fa in questa corsa).

Tre corse riservate a gentlemen e amazzoni – tra cui il Premio Clemente Papi-Trofeo Agri e il Premio Pier Vittorio Zaini - completano il quadro del convegno.

Vecchie glorie in pista
Dopo il successo dell’anno passato, tornano in pista le “vecchie glorie” dell’ippica. In coda al pomeriggio, intorno alle 19.15, si potranno rivedere in sella Gian Antonio Colleo e Pietro Cadeddu, Gian Maria Travagli e Francesco Contu, poi ancora Claudio Guadagnino, Renato Cinus, Ciro Peraino, Philippe Blossier e, infine, Josef Vana, jockey-mito della Repubblica Ceca e allenatore affermato anche sulla pista di Maia. Un premio alla carriera sarà consegnato a Nello Coccia, vincitore di tre Gran Premi in sella a Zambo, Dragon Vert e Creme Anglaise, nel corso della premiazione della corsa “vecchie glorie” che avrà luogo sul parterre davanti alle tribune.

Questa news è stata letta 889 volte dal 30 Agosto 2009