Set 1

Capannelle: riparte il galoppo romano

Ippodromo Capannelle Premio Parioli 2007L'AUTUNNO E I SUOI GRANDI TRAGUARDI: RIPARTE LA GRANDE STAGIONE DELL’IPPODROMO CAPANNELLE

Scampoli di estate che segnano il passo per l’inizio della stagione autunnale dei grandi eventi dell’ippodromo di Roma Capannelle. Dopo oltre due mesi di sosta l’impianto romano torna a riviere le emozioni delle corse. Cancelli aperti dal primo settembre con la prima riunione del martedì già ricca di interessanti spunti tecnici. Un appuntamento che inaugura una ‘cavalcata’ lunga dieci mesi durante i quali Capannelle sarà al centro della scena nazionale ed internazionale. Più di quaranta giornate di corse scandiranno lo scorrere dell’autunno che vedrà sotto la luce dei riflettori le grandi pattern come il Premio Lydia Tesio - Shadwell e il Premio Roma – At The Races. Il programma autunnale prevede una serie di listed come antipasto. Il 13 settembre sarà subito alta selezione con i ‘giovanissimi’ impegnati nel Premio Divino Amore, sui 1000 metri, le femmine nel Premio Repubbliche Marinare e i maschi nel Premio Rumon in preparazione dei traguardi di ottobre. Il 4 ottobre il Premio Archidamia aprirà la strada al Tesio, mentre il Cadoni (ex Villa Borghese) quella per il Roma.
Domenica 25 ottobre sarà il giorno del Premio Lydia Tesio - Shadwell, la corsa di gruppo 1 dedicata alla femmine, che con i suoi 2000 metri nobilita l’intera stagione. Il premio dedicato alla famosa allevatrice di Ribot sarà accompagnato da due listed: i premi Nearco per i miler e Pandolfi per le sprinter di due anni. Alla corsa è strettamente collegato il premio ‘Le Signore dell’Ippica’, un riconoscimento che da otto anni viene conferito a quelle figure femminili che si sono distinte per la loro attività nel mondo del cavallo. Si tratta di una delle molteplici attività collaterali che l’ippodromo Capannelle organizza in parallelo alle corse. Una settimana dopo, domenica 1 novembre, spazio ancora ai due anni con il Premio Guido Berardelli (gruppo 3 sui 2000 metri) e il Premio Aloisi (gruppo 3 sui 1200 metri – due anni ed oltre).
Il secondo grande appuntamento dell’autunno, per i cavalli di tre anni ed oltre, è fissato per domenica 8 novembre quando andranno in scena il Premio Roma – At The Races (gruppo 1 sui 2000 metri) e il Premio Ribot (gruppo 2, 1.600 metri). Nella stessa riunione di corse spazio anche per le due anni nel Criterium Femminile. Poi, il 15 novembre, altre due listed: il premio Valiani per le femmine e il Premio Roma Vecchia dedicato ai fondisti. Le corse proseguiranno fino al 29 dicembre anche se di fatto Capannelle fino alla fine del prossimo giugno non dovrebbe conoscere soste se non quella breve a cavallo di Natale. Alla riunione di tre mesi in piano farà seguito quella tradizionale in ostacoli che dominerà l’inverno e il cui testimone sarà poi preso da quella primaverile che terminerà appunto alla fine di giugno.

STAGIONE D’AUTUNNO: SPONSOR FIDELIZZATI PER HIPPOGROUP ROMA CAPANNELLE

Conferme di sponsor ormai fidelizzati per la stagione d’Autunno dell’Ippodromo di Capannelle. At The Races e Shadwell hanno nuovamente scelto di affiancare HippoGroup - Roma Capannelle in occasione dei più significativi appuntamenti in arrivo. “La stagione di primavera ha portato il significativo riconoscimento di importanti aziende che hanno affiancato l’attività dell’ippodromo – commenta il direttore di Hippogroup Roma Capannelle, Elio Pautasso – e l’autunno non sarà da meno. Registriamo con piacere una vera e propria fidelizzazione da parte dei nostri sponsor che gratificano con la loro presenza la nostra attività, considerando con soddisfazione che tutto ciò avviene in un periodo in cui si è globalmente verificata una forte contrazione degli investimenti pubblicitari”. At The Races, il blasonato canale satellitare dedicato ai cavalli con una copertura in diretta di corse di galoppo (attualmente attivo da Gran Bretagna, Irlanda, USA, Germania e per il Dubai International Racing Carnival, oltre che su selezionate riunioni di corse dalla Francia) domenica 8 novembre sarà title sponsor del Premio Roma (corsa vinta nel 2008 da Estejo per i colori della scuderia tedesca di Giovanni Martone – nelle foto l’arrivo e la lupa capitolina ritirata da Peter Franceschini) la corsa di Gruppo I di levatura internazionale da oltre cinquant’anni che costituisce l’ultimo grande appuntamento del calendario autunnale europeo. Shadwell, l’organizzazione di allevamento numero 1 nel mondo nel campo dei purosangue con quartier generale in Gran Bretagna e che, creata da Sheikh Hamdan Al Maktoum fa capo alla selezionatissima realtà ippica degli Emirati Arabi, ha analogo ruolo domenica 25 ottobre, nella giornata che vedrà come prova clou il Premio Lydia Tesio Shadwell, anch’essa corsa di Gruppo I ma riservata a femmine di 3 anni e oltre. L’appuntamento, da qualche anno a questa parte è diventato il banco di prova di fine stagione più importante per le femmine. L’ippodromo in entrambe le occasioni sfoggerà il look dei grandi eventi con manifestazioni collaterali per il pubblico, eleganti parties ad inviti ed eventi speciali. Tra questi il più atteso è il “Premio Lydia Tesio - Le Signore dell’Ippica”, una iniziativa targata HippoGroup Roma Capannelle che, istituita in memoria della first lady del galoppo italiano, giunge quest’anno alla sua nona edizione e focalizza l’attenzione sulle protagoniste del mondo del cavallo al femminile.

LAVORI ULTIMATI: NOVITA’ PER LA PISTA DI CIAMPINO E RIGENERAZIONE DELLA ALL WEATHER

Durante l’estate l’attività in ippodromo non si è fermata. La HippoGroup Roma Capannelle, la società che gestisce l’impianto, ha intrapreso delle importanti opere di riqualificazione e manutenzione. Sulla pista di allenamento di Ciampino è stata riattivata una racchetta che consente l’utilizzo di una pista dritta di 1000 metri in leggera salita, ottima per l’allenamento dei puledri. Per riqualificare la variante del percorso è stato creato un impianto di irrigazione automatica, sono stati ricostruiti gli steccati ed il fondo del terreno è stato completamente sistemato. L’altro importante intervento di manutenzione è stato effettuato sulla pista All Weather. Uno lavoro durato 15 giorni per “rigenerare” il fondo della pista di ultima generazione con l’applicazione di una speciale cera e delle nuove fibre elastiche per riportare i valori di elasticità del terreno a quelli iniziali di costruzione nel 2006. I lavori sono stati eseguiti seguendo le direttive del tecnico della pista Cris Engelbrecht della “Viscoride – Equine Track Surface” e per la prima volta è stata utilizzata una cera prodotta in Italia dalla Ser Wax Industry. Inoltre il fisioterapista Maurizio Felici, come ogni anno, ha condotto uno studio per testare l’idoneità del fondo della pista per l’attività agonistica, attraverso l’analisi su un gruppo di cavalli della produzione del lattato nell’arco temporale di 15 giorni.

MARTEDÌ 1 SETTEMBRE: L'IPPODROMO CAPANNELLE RIPARTE CON LA TRIS E GLI AMBIZIOSI DUE ANNI

Dopo la sosta estiva, durata due mesi abbondanti, l’ippodromo di Roma Capannelle rinnova l’appuntamento con lo spettacolo del corse. Cancelli aperti da martedì 1 settembre con otto corse in programma; tra queste anche l'appuntamento con la tris, alle 19 sui 1200 metri da vivere in apnea con 17 in campo in ben 15 chili di divario nella scala. In pole position i vari Ekin oppure Big Leo ma anche Capomartino, Paper Sais, Gaby North. Come sempre un rebus. Il programma del primo pomeriggio prevede otto corse, per i due anni saranno tre, due per gli anziani, altrettante per i tre anni e oltre e una sola per i tre anni. Due saranno le condizionate, due le attese prove per i debuttanti di due anni, tre gli handicap e una reclamare. Le distanze andranno dai 1200 ai 1800 e i partenti saranno ben 90; il numero giusto per creare interesse e rendere difficili ma non impossibili le corse. C'è grande attesa per le due prove per i due anni che esordiscono, tutti ovviamente da scoprire ma la tradizione ci dice che queste corse lanciano spesso buoni cavalli. Divisi i maschi dalle femmine, uniti però dalla comune distanza dei 1500 che sarà la stessa del Premio Mediterraneo altra bella prova di lancio per i giovani in vista del prossimo Premio Rumon. Tra gli otto in pista anche Milenkovic alla ricerca della sua dimensione contro Su Monte, Royal Mirage e Real Grey. Da non perdere la prova sempre sui 1500 per ottimi anziani, sette in campo tutti con chance: Eternity Boy, Salisburgo, Polydors, Silver Arrow, Stettino, Timaviet, Ranson Hope. Divertimento assicurato anche per i palati fini.

Questa news è stata letta 5786 volte dal 1 Settembre 2009