Ott 20

Vinovo: Nancy e Noak, Criterium senza appello

Ippodromo TorinoLa kermesse torinese per due anni, ferma all’edizione 2007 per lo sciopero che dodici mesi addietro ne impedì la disputa, ha ripreso il proprio cammino in una bella giornata di corse a Vinovo, registrando la solita apprezzabile affluenza di pubblico.
Come da previsione il maggior spettacolo l’hanno saputo riservare le femmine del Criterium Filly – gruppo 3, metri 1600 per indigene di due anni, euro 44 mila – dove a buon diritto ha colpito Marino Lovera, trainer-driver di casa che, nonostante una consolidata capacità con i giovani soggetti, non era mai riuscito ad entrare nell’albo d’oro di questa prova.
Annunciata come una delle più attendibili protagoniste, Nancy’s Treb non ha sbagliato il colpo, siglando la prova al nuovo record della corsa, 1.14.7, migliorando di 4 decimi quanto messo insieme da Gilly Lb nel 2005.
La figlia di Gigant Neo, portacolori della Trebisonda Stable, ha chiuso il discorso in partenza, scattando a molla per reperire il comando davanti a Neve di Bianca, mentre in fase di stacco ha palesato qualche problema Nebulosa Gual, attesa ma ancora da registrare in alcuni frangenti. Nancy’s è apparsa al contrario più che rodata: dopo uno stacco veemente – 28.5 – ha rifiatato ampiamente fino a metà percorso – 32 abbondante – preparando la volata finale che l’ha condotta al palo in leggera sofferenza ma senza mai dare l’idea di poterla perdere. Neve di Bianca nel mezzo giro finale ha predisposto l’assalto, ma si è vista respingere e, su una chiusa della leader in 58.7, di più non poteva fare.
Nancy’s ha chiuso in bello stile, pagando 3.38 al tot, centrando la quarta vittoria in carriera e offrendo al proprio interprete una meritata soddisfazione, dopo la bella prestazione messa in mostra di recente nel Premio del Noviziato, con l’unico neo dell’errore nel Criterium Toscano, che per ora “sporca” uno score quasi impeccabile.
Hanno completato la terna Neve di Bianca – comunque ottima e guidata da Santo Mollo per un ‘accoppiata tutta torinese – oltre a Nebulosa Gual, protagonista di una interessante risalita che ne ha confermato i mezzi.
Non è mancata qualche delusione, a partire dalla favorita Never che ha chiuso quinta, per il resto i ritiri hanno condizionato l’edizione di quest’anno, togliendo di mezzo Nikita Bartur e Nera Azzurra, annunciata tra le protagoniste.
Meno da dire sul Criterium Vinovo Maschi – gruppo3, metri 1600 per indigeni di due anni, euro 44 mila – dove ha colpito Noak Lb, in gran scioltezza da 1.15.4, un secondo in più del primato di Leonardo Grif, stabilito nell’ultima edizione del 2007.
Il cavallo di Kolgjni, al debutto sulle nostre piste, ha confermato quanto di buono mostrato nelle uscite fin qui sostenute all’estero, vincendo con la netta impressione di avere ancora molto da dare nel finale. A sobbarcarsi l’onere del comando è stato l’inatteso Naviglio, mentre nei primi metri di corsa sono saltati via in tanti, a partire dall’atteso Ne Me Quitte Pas, carta di Holger Helert, galoppante sulla prima piegata mentre avanzava in cerca di posizione.
Noak ha speso nel tranquillo quarto d’avvio – 30.2 – per cercare il comando, ma Naviglio gli ha risposto picche e Simone Seganti, driver italianissimo ma da un paio di stagioni di stanza nel Nord Europa, ha trovato posto come secondo in corda. La corsa è scivolata via senza sussulti, fino alla piegata di fondo dove Naviglio ha iniziato a cedere e Noak ne ha abbandonato la schiena, esibendo una convincente retta che l’ha portato dritto al palo mentre, alle sue spalle, Nicetomeetyou soffiava la seconda moneta allo stesso Naviglio.
Il Cantab Hall allevato alla Bambolaccia ha bissato il successo ottenuto al debutto, in Danimarca, al quale erano seguiti due validi piazzamenti negli Usa a The Meadowsland.
In definitiva una giornata che ha proposto due nomi di rilievo, da attendere con fiducia nei prossimi Criteria che porteranno ai “main event” dell’Allevatori e del Gran Criterium nelle prossime settimane.
Prossimo appuntamento per l’ippodromo di Vinovo per mercoledì 21 ottobre con la Tris – Quarté – Quinté delle ore 19,00.

Questa news è stata letta 511 volte dal 20 Ottobre 2009