Apr 3

Vinovo: reconto Gran Premio Costa Azzurra e Città di Torino

Una vera giornata di festa e di sport all'ippodromo di Vinovo domenica 2 aprile, complice la bella giornata di sole, in occasione dei Gran Premi Costa Azzurra e Città di Torino più di 7mila persone hanno gremito le tribune, i saloni ed il parterre dell'impianto torinese.
Prima di scendere nei dettagli tecnici delle due grandi corse al trotto da segnalare il massiccio assalto del pubblico alle molte attrazioni organizzate soprattutto per i più piccoli. Un affollamento continuo per la passeggiata sui pony nella nuova pista realizzata nel prato fra tribuna e segreteria e gran ressa sia per i giochi gonfiabili che per il viaggio sul trenino con visita delle scuderie.
Un pomeriggio con l'ippodromo veramente gremito, come da tempo non si vedeva, per dimostrare, ancora una volta, che non si tratta solo di un luogo destinato alle scommesse ma l'occasione di un pomeriggio a contatto con gli animali confezionato per il divertimento di tutta la famiglia.
Da citare comunque il considerevole volume di gioco effettuato presso i terminali dell'ippodromo che ha superato i 200mila euro scommessi sulle corse di Torino e su quelle in simulcasting. Un risultato che da tempo non veniva realizzato dal totalizzatore dell'ippodromo di Vinovo. Motivazione più che plausibile per questa serie di risultati sono stati sicuramente i due big event del pomeriggio dove nel Città di Torino e nel Costa Azzurra si sono affrontati veri campioni del trotto.
Il Città di Torino, trofeo AirArgenti, vedeva al via quanto di meglio può presentare la generazione dei 4 anni italiani. Favori del pronostico a Fairbank Gi, al rientro dopo le vittorie nel Derby e nell'Orsi Mangelli di fine 2005. L'alfiere di Peppino Maisto, allevato dal torinese Massimo Gariglio, come tutti si aspettavano andava in testa, respingendo il tentativo di attacco di Fleche con Santo Mollo. In retta d'arrivo il cavallo più atteso, dopo una corsa dispendiosa, ha però dovuto soccombere per la risalita veemente di Frullino Jet con il campione del mondo Roberto Andreghetti in sediolo. Frullino Jet si imponeva facilmente realizzando il record della pista e della corsa con uno stratosferico 1,13.3 al chilometro. Dietro di lui Filemone Dei con Pippo Gubellini e Fairbank Gi che difendeva ancora il terzo posto. Delusione per la beniamina di casa Fleche giunta a centro gruppo.
Costa Azzurra, Trofeo Mercedes Benz EmmeBiCar, ancora una volta appannaggio degli svedesi. Dopo il successo scandinavo nel Gran Premio degli Sport Invernali ancora una vittoria per cavalli provenienti dal nord Europa. Tutto apparentemente facile per Smashing Victory pilotato alla perfezione da Biorn Goop, il top driver svedese al primo grande successo a Torino.
Subito in testa, non ha lasciato strada al tentativo di Echo' dei Veltri ed in retta d'arrivo agli avversari, a debita distanza, ha lasciato la lotta solo per il secondo posto. Buona ma non da record media al chilometro di 1.12,6 per una corsa che si è svolta secondo le previsioni. Secondo il francese Ludo de Castelle, al debutto in Italia e terzo Early Maker. Solo quarto ma generosissimo come sempre Zinzan Brooke Tur spinto all'arrivo dal tifo del pubblico dopo una condotta di corsa molto accorta.

Questa news è stata letta 3616 volte dal 3 Aprile 2006