Ott 23

Vinovo: mostra fotografica

Ippodromo TorinoUna mostra dedicata a Salvatore Salerno nel “suo” ippodromo proposta da HippoGroup Torinese è sicuramente dovuta per un professionista che ha fatto, o meglio ha trasmesso, la storia dell’ippica subalpina.
Da più di cinquant’anni Salvatore Salerno è il Fotografo dell’ippodromo, sono sue le fotografie dell’inizio degli anni 60 quando l’ippodromo di Vinovo era ancora un’idea e tra i prati si vedevano le prime ruspe e i primi cantieri.
In questi anni è stato una figura costante, all’esterno della pista, poco dopo l’arrivo, pronto ad immortalare con la sua macchina fotografica il vincitore di turno. Se il mitico Salerno non è presente, ed è capitato poche volte anche negli ultimi anni, manca un pezzo dell’ippodromo, un riferimento per individuare l’arrivo. In tutti i Gran Premi, ma anche in tutte le corse a reclamare, sempre pronto con la sua macchina fotografica che non perdona, efficiente e valida ma ancora tradizionale.
Per le giovani leve che di tanto in tanto si presentano a bordo pista è un esempio, nel suo modo un maestro, non lesina consigli o qualche frase di incoraggiamento.
Ma chi è oggi Salvatore Salerno, fotografo all’Ippodromo di Vinovo: un grande appassionato di cavalli che non disdegna di ricordare con trasporto e affetto gli anni passati in scuderia come gentlemen. Le gesta di Tesoro di Re, uno dei suoi ultimi cavalli, dal quale ha ricevuto emozioni come proprietario e driver sono una delle molte istantanee di un uomo che ha vissuto l’ippodromo di Vinovo e l’ippica non solo dal punto di vista professionale. Un mondo al quale ha dedicato passione, tempo ed entusiasmo.
Al figlio Davide, bravo e conosciutissimo fotografo ippico, ha tramandato l’arte e la passione fotografica per i cavalli. Ai molti nipotini saprà sicuramente trasmettere umanità e il modo di essere “Signore” e “persona per bene”, ruolo che tutti gli riconoscono prima di quello del bravo fotografo.

Questa news è stata letta 541 volte dal 23 Ottobre 2009