Nov 14

Capannelle: una domenica da non perdere

Ippodromo CapannelleMagnifica! Una domenica da non perdere, tutti gli ingredienti ci sono per rendere lo spettacolo degnissimo, di quelli che il vero appassionato cerca di gustare fino in fondo ed in ogni suo momento. Innanzitutto la garanzia quasi 100 partenti, interesse, agonismo e incertezza garantiti. Poi la qualità del programma allestito. Capannelle si congeda dal suo mese elitario nel migliore dei modi, poteva essere una domenica sotto tono rispetto alle altre che la hanno preceduta, non è stato così. Ne è venuto fuori un programma di alto profilo, tanto tecnico come agonistico. Si è detto dei 100 partenti, la qualità è garantita da ben due listed riuscitissime e così diverse tra di loro, da un HP che è tradizione e spettacolo alimentato da tanti protagonisti di vaglia ed ancora una prova in dirittura di altissimo profilo, ed infine l'incertezza di due handicap uno dei quali anche tris straordinaria. Sette corse, non una che non sia interessante. Quattro in pista grande, altra garanzia, una in dirittura e due sul dirt. Distanze che vanno dai 1200 ai 2800 metri, la gamma completa. Il Valiani, listed, mette a confronto la bellezza di 17 femmine sui due km, non manca nessuna, quelle possibili ci sono tutte, una sorta di ultima chiamata che fa di questa corsa una delle più ben collocate nel calendario. Molte delle protagoniste ne faranno anche l'ultima passerella prima di andare in razza, cercano il congedo con l'onore del black type. Basta spulciare il campo dei partenti: Quiza Quiza Quiza la terza delle Oaks, Allegoria la seconda del Verziere, Jasmine Jolie runner up di Tadolina, una cavalla di classe come Laguna Salada, Tremoto che in listed ha colpito come Suchita Devious la laureata dell'Archidamia e ancora Wholdaia e non sono le sole. Classe, qualità e anche naturalmente spettacolo perchè 17 in pista questo sono. Per non parlare dei 2800 di una delle edizioni più belle e riuscite del Roma Vecchia. Come nelle Olimpiadi anche a Capannelle la maratona segna il congedo dalle grandi prove. Si chiude appunto con i 2800 che 13 protagonisti di spessore garantiscono emozionante dal primo all'ultimo metro: Vol De Nuit, Caudillo che prosegue la sua scorribanda italiana, Montalegre, Il Sovietico, Milnerton, Cape Martin e non solo. Spettacolo davvero e come se due listed non bastassero ecco anche il Sette Colli miglio di fuoco per i due anni, tradizione tra gli HP. In 16 lo renderanno emozionante: Air Fantasy, capeggia la scala a 60,5, ci sono poi Ninja, Golden Down, Milenkovic, Titus Awarded, Ansiei, Zundapp, Rio Black, Roccorouge, Enigma Day, sarà bellissimo. Come la dirittura di fuoco, i 1200 con anche qui uno stuolo di protagonisti, ben 14. Non cavalli qualsiasi ma quasi primaserie come Ciamarro, Anonimo Veneziano, Capo Carbonara, Jakor, Kiai, Powerful Speed, Ragtimeband, Ruby Dancer, Sensazione World, Vitamina Plus e Xenes. Strepitoso, davvero superfluo il buon divertimento.

Questa news è stata letta 621 volte dal 14 Novembre 2009