Dic 11

Capannelle: un sabato per tutti i gusti

Ippodromo CapannellePer tutti i gusti, definiremmo così il pomeriggio che Capannelle ha preparato per i suoi appassionati. Un pomeriggio ricchissimo e vario, forse senza l'evento clou tecnicamente parlando ma sicuramente pieno di motivi di interesse e poi, forse, chissà che dalla corsa per cavalli di tre anni in siepi non salti fuori a sorpresa il nome di un cavallo del quale sentiremo poi parlare anche in prospettiva Criterium di Inverno perchè tra i nove che cercano la prima affermazione saltando possono benissimo nascondersi, visto che siamo alle prime armi alcuni ostacolisti di valore. Pensiamo allo sfortunato Capo Malfatano che ha fallito l'esordio cadendo ma che era anche preceduto dalla fiducia notevole di tutto il suo entourage che è quello del leader assoluto degli allenatori Paolo Favero che tra l'altro nella corsa schiera anche una femmina di più che belle speranze ovvero Tarabaralla. Proprio una prova ricca di significato qualitativo in prospettiva visto che ci sono anche, nove in tutto un buon numero per saltare, due soggetti interessanti come Flying Frankie e Dubaidogood. Sarà spettacolo come del resto sempre una prova per saltatori sa regalarci e lo sarà anche l'altra in steeple che vivrà del duello tra la consistente Miss Gabriella e il duo di Favero Mon Ami Jean Paul e Trempolinas. Due corse per chi ama gli ostacoli ma poi ben sei perizie per chi ama le corse in assoluto perchè non c'è niente di meglio che essere messi alla prova dal periziatore che confeziona o cerca di confezionare handicap rebus come la tris che darà il tocco conclusivo al pomeriggio e che ha raccolto i consueti 16 protagonisti, il plenum per la pista all weather che come è tradizione durante i mesi invernali è regina del piano per consentire a quella in erba il necessario riposo. Distanza prescelta quella del miglio e scala che si apre dalla vecchia conoscenza tris Hap Rights a quota 63,5 chili ancora possibili per fare bene mentre forse la distanza potrebbe essere al limite per un altro drago del dirt e delle tris ovvero Arts And Daggers cosi come per Palms Of Victory un altro che se ne intende bene di corsa tris, fresco vincitore e quindi con pegno da pagare al peso. Nord's Nashwan pretendente agguerrito sul tracciato preferito, Monicelli altro possibile ma in campo a sperare di vincere saranno in diversi come ad esempio Turaco che per correre la tris ha rinunciato ad un ingaggio mercoledì scorso oppure Amarantine che è consueta con la pista romana del dirt o ancora l'altra ospite Santa Venere, l'esperto Melotti, Status in forma fino ai più leggeri di tutti che sono a quota 51 chili Rita Jet'Aime e Gran Zamir. Pomeriggio divertente e vario? La conferma ce la danno appunto i sei handicap, le distanze che, ostacoli a parte, spazieranno dai 1400 ai 2200, la proposizione che vedrà una volta i due anni su distanza record dei 2200, due volte i soli tre anni, altre due volte gli anziani e una volta i tre anni e oltre...... insomma c'è solo l'imbarazzo della scelta per un divertimento assicurato!

Questa news è stata letta 668 volte dal 11 Dicembre 2009