Dic 31

Vinovo: Capodanno all’ippodromo

Ippodromo TorinoCome tradizione Capodanno in Ippodromo con un interessante convegno di corse al trotto il primo gennaio 2010 e prima del consueto commento alle corse che verranno una veloce analisi su come può essere archiviato l'anno che sta per chiudersi.
Un anno di transizione dopo un 2008 caratterizzato dalla profonda crisi dell'ippica e dai 45 giorni di sciopero delle categorie che hanno bloccato le corse dei cavalli in tutta la penisola. La stagione che volge al termine può essere definita come un periodo d'attesa prima del rilancio di tutto il mondo dell'ippica che per forza maggiore deve avvenire nel 2010 pena la decadenza e l'agonia di un settore che ad oggi occupa 50mila famiglie in Italia.
Tutto il territorio torinese sta dando molto al l'ippica con gli allevamenti e i centri di allenamento che rappresentano l'eccellenza nel mondo del trotto e l'ippodromo di Vinovo che risulta essere uno dei più attivi, apprezzati e frequentati del nostro paese.
Come per lo sport italiano in generale, per l'ippica piemontese il 2009 è stato caratterizzato dalle femmine. Sugli scudi e sugli allori rampanti cavalle allevate e allenate tra Vigone e Vinovo che si sono ritagliate uno spazio importante in Italia e all'estero.
Prima citazione per Lana del Rio che dopo il Derby del 2008 e un periodo d'appannamento si è imposta nel Triossi ancora a Roma e adesso sta ricaricando le pile per tornare al top nella prossima primavera.
Una bellissima sorpresa del 2009 è stata La Dany Bar, cavalla "made in Vigone", che ha vinto ben cinque volte nel tempio dell'ippica mondiale. Sulla carbonella di Vincennes a Parigi la campioncina della famiglia Truccone ha dato grandissime soddisfazioni al suo driver e trainer Marco Smorgon.
Buone e importanti affermazioni tra i puledri di due anni anche per Marino Lovera che con le sue Naama Bay e Nancy's Treb si è imposto nel Gran Criterium e in altre classiche.
Ultima citazione per Fitzgerald Bigi che all'ultima corsa in carriera in Italia prima della pensione si è imposta alla grande il giorno di Santo Stefano nel Galà del Trotto, vernissage di fine anno all'ippodromo di Tordivalle dove si sfidano i migliori anziani in circolazione.
Un anno al femminile per l'ippica piemontese con la speranza che il 2010 porti in dote un rilancio concreto di tutto il settore. L'ippodromo di Vinovo anche per l'anno venturo cercherà di fare la sua parte. Oltre ai molti Gran Premi previsti ai quali per tradizione la partecipazione del pubblico è sempre numerosa e calda è in cantiere l'organizzazione di giornate e eventi che coinvolgano gente e nuovi appassionati. Il tutto con al centro il cavallo e l'amore per gli animali oltre alla competizione, alle corse e alle scommesse.
Il primo gennaio otto corse in pista con inizio attorno alle ore 15,00. Brindisi con panettone e spumante per tutti offerti da HippoGroup Torinese assieme agli auguri di tutto lo staff dell'ippodromo di Vinovo per un 2010 vincente.
A Capodanno occhi puntati sul Premio Macerata dove Mercurio Spin pilotato da Andrea Guzzinati che potrebbe iniziare l'anno con una serie di vittorie. Oltre al cavallo del Team Guzzi da seguire Mosa Ferm con un sempre positivo Marino Lovera. Terzo incomodo Melody del Rio che cerca forma e continuità con Fabio Settimio Mollo.
Come sempre ingresso libero per tutti e corse in pista anche domenica 3 gennaio e giovedì 7 gennaio con in programma la corsa Tris nazionale.

Questa news è stata letta 575 volte dal 31 Dicembre 2009