Mar 12

Sardegna in Festa a San Rossore

Ippodromo San RossoreDomenica 14 marzo per la quarta volta torna "SARDEGNA IN FESTA A SAN ROSSORE", la manifestazione che si tiene all'ippodromo e che viene organizzata con l'associazione "Grazia Deledda" di Pisa e sponsorizzata dal Banco di Sardegna.
Quest'anno il protagonista della festa, oltre al folklore che sarà rappresentato dal GRUPPO DI BALLO DI TUILI, sarà il CARCIOFO VIOLETTO SARDO, un meraviglioso prodotto che la provincia del Medio Campidano viene a promuovere in Toscana. La manifestazione avrà il suo inizio sabato 13 nei locali dell'associazione in piazza San Francesco 3 a Pisa con una cena (replicata anche la domenica sera) a base del carciofo violetto sardo, prodotto agricolo che viene promosso a Pisa in questi giorni dalla Provincia del Medio Campidano.
La cena si svolge nel Chiostro di San Francesco a Pisa e la prenotazione è obbligatoria. Importante sottolineare che il ricavato della cena, al netto delle spese di gestione, sarà interamente devoluto in beneficienza alla mensa dei poveri di San Francesco e ad alcune famiglie sarde in particolare stato di bisogno. Costo x singola cena € 25,00, per prenotare: 333 5664740 (Gianni) o via mail: gdeledda@gdeledda.it
Il pomeriggio di corse inizierà alle 15.00 e all'ippodromo il Gruppo Folkloristico allieterà il pubblico con i suoi balli e nella zona del ristorante il pubblico potrà degustare i carciofi violetti fritti. Nel parterre saranno presenti espositori di prodotti tipici del territorio del Medio - Campidano e sarà quindi possibile acquistare, oltre a formaggi, dolci, coltelli, ceramiche e corallo, anche i meravigliosi carciofi violetti.
Domenica oltre a far festa la Sardegna rivolge il suo pensiero a Giancarlo Cossu e Gianluca Morgatico, i due sfortunati fantini che a seguito di un infortunio sono costretti su una sedia a rotelle. Nel corso del pomeriggio Gianni Deias, presidente dell'Associazione "Grazia Deledda" di Pisa, consegnerà ai ragazzi il ricavato della sottoscrizione volontaria realizzata attraverso la vendito di biglietti per una lotteria. Alla raccolta si sono aggiunti i contributi dell'Alfea, di privati cittadini e dell'Unione Italiana Fantini.

Questa news è stata letta 761 volte dal 12 Marzo 2010