Set 7

Cesena: l’Europeo di Looney Tunes

Ippodromo CesenaUna serata indimenticabile vissuta in una splendida cornice estiva, con un cielo dapprima azzurro e terso ad accogliere i protagonisti delle prime prove, poi con un luminoso corredo di stelle a seguire il lungo itinere della kermesse sino a notte fonda. Questa la cartolina da Cesena in occasione del 76 Campionato Europeo, con il pubblico delle grandi occasioni a presidiare sin dal tardo pomeriggio l'accogliente tribuna dell'impianto caro alla famiglia Grassi per ammirare le gesta del gotha del trotto continentale.
La prima delle due prove si è disputata con svizzera puntualità allo scoccare delle 21.30 ed è andata a Italiano, il logico favorito, il quale ha trovato sulla sua strada un arcigno quanto velleitario Ligth Kronos che l'ha costretto ad un arrembante percorso esterno, cedendo anche piuttosto nettamente ma solo negli ultimi metri e regalando un insperato quanto meritato podio a Mambo Font Sm e a Irambo Jet.
Dopo un interlocutorio appuntamento con le femmine di quattro anni ed un handicap dal sapore internazionale, sono tornati in pista i dodici eroi dell'Europeo con la sorpresissima di Looney Tunes, trascurato al gioco ed emerso dopo percorso non propriamente favorevole sui resti di uno stanco Irambo Jet battuto anche dal commovente Italiano e da Linda di Casei, terza non senza recriminazioni da parte di un arrabbiato Ale Gocciadoro.
Il Campionato si è deciso così, come tradizione non scritta vuole, al race off, l'affascinante sfida a due che quest'anno ha proposto il miglior indigeno tricolore e una inaspettata, new entry ed il conseguente match tra l'indiscusso leader dei driver di casa nostra ed un tedesco dalla onorata carriera senza però spunti di eccellenza da ricordare. Pochi dubbi al gioco, Italiano godeva degli incondizionati favoriti di un facile pronostico, Looney Tunes del tifo di una tribuna ancora stupita della sua seconda prova. Risultato shock, ma quante emozioni, un miglio vissuto all'insegna della velocità con Italiano costantemente all'attacco e il coriaceo Looney in difesa, per un giro finale a fruste alzate e la vittoria incredibile anche nelle dimensioni di chi aveva scelto l'Europeo come premio per un 2010 in continua ascesa. Ancora una finale a Holger Ehlert quindi, quest'anno è toccato a Looney Tunes, ex carneade assurto alla gloria ma soprattutto a Maik Esper, la cui carriera non sarà più la stessa dopo questa incredibile e magica serata.
Il tour dei vincitori è stato aperto da Nimega Jet, natali friulani e scuola sicula di Mimmo Zanca, per un successo favorito anche dalla rottura del plebiscitario favorito allievo di Bellei, Neandertal e sancito dal nuovo limite cronometrico di 1.15.7, mentre alla seconda Nadine's Cage ha inscenato fuga vincente ben assecondata da Roberto Vecchione sbaragliando il referenziato lotto di avversari in 1.14.3. Alla terza toccava ai gentleman, impegnati sulla breve e capitanati al betting da Lustro D'Italia e Alessandro Raspante coppia assai deludente alla prova dei fatti con la vittoria ad arridere al duo Fuxia Bre/Santo Giordano, che dopo percorso in perfetta tattica d'attesa hanno pizzicato una labile Loren Ek salvandosi agevolmente dal finish di Leda Sf e Isidoro Del Rio, poi, alla quarta, handicap sulla lunga caratterizzato da tanto equilibrio in sede antepost rotto dall'elezione a favorito di Gigi Riva che ha però rotto allo stacco dando via libera alla rimonta di un tonico Gjanko Np e alla doppietta del palermitano Mimmo Zanca., mentre alla sesta eccezionale performance della rivelazione Musica Dei Sogni, la quale, rilevata all'avanguardia Mamma Mia Pant, ha respinto tutte le avversarie Mouscrom compresa, attingendo al meglio del suo repertorio per vincere in1.13.7, poi, alla settima, show di Bellei e Larry Bird che una volta recuperato l'handicap dei venti metri hanno disposto di Guantanamela e Espresso Cast. Velocisti di vaglia hanno regalato pathos in una palpitante retta d'arriva che ha visto Istogramma Sas balzare agli onori della cronaca dopo aver superato il calante leader Leroy Giò e aver mantenuto un risicato vantaggio su Lorenz Caf e sulla estrema outsider Linea Balilla, il tutto in 1.12..4, mentre alla decima, la corsa che precedeva il race off, favori del pronostico per Miele D'Alfa, affascinante "cadetto" dal manto grigio che però ha dovuto inchinarsi alla performance sopra le righe di Mimulus di Casei, lepre imprendibile anche per il passista di casa Bellei che in 1.13.9 ha aggiunto una nuova tappa vincente al suo avvicinamento alla prima categoria.
Per gli eventi collaterali:
Musica di sottofondo per tutta la serata della Retromarching Band
Migliaia di gadget offerti da Better
Spettacolo pirotecnico di mezzanotte, con i fuochi d'artificio offerti da Hera
MADRINA DELLA SERATA LA BELLISSIMA VIOLANTE PLACIDO
La bellissima Violante Palcido, Madrina del 76° Campionato Europeo si è confermata amata da tutto il pubblico del Savio, soprattutto perché ha dimostrato di essere una vera appassionata di cavalli e della manifestazione che più di ogni altra segna la stagione trottistica cesenate.
Disponibile alle domande di Pia Persiani, che ha condotto due interviste nel parterre e al calore dei fan, Violante ha presenziato anche alla premiazione del cavallo vincitore dell'appuntamento.

Questa news è stata letta 770 volte dal 7 Settembre 2010