Ott 23

Capannelle: è tempo di Lydia Tesio

Ippodromo CapannelleEcco la grande domenica, il pomeriggio atteso, il grande giorno che dà il via ad un mese di fuoco che vedrà Capannelle epicentro del turf non soltanto italiano ma anche internazionale. Dopo il Lydia Tesio toccherà al Berardelli, poi ancora al Roma con il Ribot per finire con le frecce nell’Aloisi. Magnifico pomeriggio alle corse, di quelli degni dei bei tempi. Un gruppo uno a tenere banco, quel Lydia Tesio che in Europa è anche l’ultima grande occasione per le femmine magari anche prima di entrare in razza per cogliere un traguardo di assoluto prestigio ed importanza. I severi 2000 metri in pista grande garantiscono la massima selezione come è giusto che sia a questi livelli. Il Tesio sarà anche il passo di addio di una cavalla importante, la tedesca Soberania che a tre anni seppe finire al secondo posto nelle Oaks in patria, che entrò nel marcatore, sia pure a tavolino, nel Vermeille e che sembra avere ritrovato proprio in autunno lo smalto dei bei giorni, tornata alla corte di Andreas Wohler, ottenendo il quarto posto in gruppo uno sui 2400 metri a Colonia dietro Scalo, Night Magic (seconda lo scorso anno) e Quijiano. Una prestazione che è perfetto viatico per pensare in grande nel Tesio, il possibile sigillo di una eccellente carriera, sui più graditi 2000. Accetta la sfida Antara, portacolori di Godolphin nel segno di una tradizione per noi graditissima che fa dei cavalli di casa Maktoum dei protagonisti abituali delle pattern italiane e spessissimo dei vincitori. Antara ha tentato l’Opera dove però non è riuscita a dare la sua linea, quella probante e meravigliosa ottenuta in gruppo uno in estate a Deauville quando seguì ad una testa Stacelita e preceduto dal terzo nelle Nassau. Una protagonista assoluta che garantisce ampiamente con Soberania lo status di pattern primaria alla corsa. Contro queste due ospiti di rango assoluto ecco le nostre capeggiate dalla più in forma, She Is Great che ha appena siglato l’Archidamia che vale un posto nel marcatore del Tesio. Ecco anche Cronsa sempre la seconda di Elena, ecco la cresciuta Monblue, ecco Quiza Quiza Quiza che fu terza nelle Oaks, ecco anche Aoife Alainn, Suchita Devious e Tremoto. Gusteremo una corsa con i fiocchi con la ciliegina di poter ammirare in sella Lanfranco Dettori e Johnny Murtagh contro i nostri Dario Vargiu, Mirco Demuro, Umberto Rispoli, Fabio Branca, Stefano Urru, Paolo Aragoni e Samuele Diana, grandi cravaches, ancora una volta ma sarà tutto il pomeriggio veramente da cornice. Tre listed assolutamente da non perdere a cominciare dallo Scheibler che permette a due protagonisti del derby di saggiarsi e soprattutto di ribadire l’eccellenza di quel marcatore. Ansiei di nuovo contro Saratoga Black, il secondo e il terzo del nastro azzurro che chiedono il passaporto per provare il prossimo Roma. Non saranno soli ovviamente ma sono loro a monopolizzare l’attenzione. Una edizione sopra standard dello Scheibler con anche Frankenstein, Christian Love, Blow Up, Titus Awarded e non solo. Per i tre anni e da quest’anno anche per gli anziani edizione mostre del Nearco sul miglio, chiamata finale per il prossimo Ribot. Di proprietà italiana ma di forma inglese Splinter Cell, capace di restare su un buon secondo ad Ascot, misura se stesso e soprattutto gli altri italiani. Lo squadrone Olmo che schiera Air Crew, Silver Arrow e il vecchio Miles Gloriosus di nome e di fatto. Le Vie Infinite il fratellastro di Rip Van Winkle in costante ascesa, Rosendhal altro tre anni in sicura crescita come Paladino Di Sabbia, Rockhorse ma anche Back Hunting il terzo del Parioli e non li abbiamo neppure nominati tutti, sarà una corsa splendida. Come il Pandolfi per le femmine veloci. Un 1200 che permette probabilmente a Malikayah oppure a Ileny Princess di bissare la vittoria in listed sempre che siano capaci di respingere le insidie di tante rivali agguerrite tra le quali Madame Picasso e Fujico in ascesa come Good Karma. Un pomeriggio, lo ripetiamo, di quelli che un vero appassionato non può lasciarsi scappare. Una pattern, tre listed un Hp stupendo, altre tre corse ben riuscite, un divertimento nella cornice sempre accogliente di un ippodromo che sa ricevere i propri ospiti, che li mette a proprio agio. Si comincia alle 14,40 e si chiude alle 18,45, quattro ore di grandi emozioni, di vero divertimento, di grande ippica.

Questa news è stata letta 854 volte dal 23 Ottobre 2010