Dic 30

Vinovo: non si corre a inizio Gennaio

Ippodromo TorinoL’ippica si ferma di nuovo e le preventivate giornate di corse all’ippodromo di Vinovo ad inizio 2011 non saranno disputate. Nessun cavallo in pista il giorno di Capodanno e con moltissime possibilità nemmeno domenica 2 gennaio. Una protesta delle categorie ippiche, proprietari allenatori e driver, spiegata qui sotto con una argomentazione scritta da Mario Bruno.
Se ci fossero novità dell’ultima ora seguiranno immediatamente comunicati in merito.
Come era stato annunciato dalle categorie del trotto e del galoppo, non sono stati dati partenti i cavalli per le prime riunioni del 2011. Vale la pena di ricordare che l'UNIRE; a proposito del discorso sul nuovo programma di gare, ha fissato un appuntamento per l'11 gennaio, al quale le categorie hanno risposto chiedendo l'adozione dei criteri che hanno favorito la presentazione del calendario 2011, poi però ritirato e sostituito con due mesi di copia conforme rispetto al calendario 2010. Nella scia di questa decisione ponte le categorie hanno reagito, difendendo la nuova tipologia operativa.
Ed hanno emesso questo comunicato, nella scia del quale è poi scaturita la richiesta di analizzare, subito, il problema. Ed a fronte del silenzio UNIRE non c'è stata altra possibilità che ribadire l'agitazione generale, su tutto il territorio.
Ecco in ogni caso il comunicato emesso dalle categorie trotto e galoppo che riassume la posizione politica dalla quale e sulla quale occorrerà decidere in modo radicale sul futuro dell'ippica italiana:
" Le sottoscriventi associazioni di trotto e galoppo chiedono al Commissario UNIRE dott. Claudio Varrone una convocazione urgentissima per avere chiarimenti sulla decisione di bloccare il calendario 2011, facendo partire l'attività di gennaio e febbraio p.v. in base al calendario 2010, precludendo così l'immediato avvio di quel processo di rinnovamento e rilancio già concordato e approvato con le categorie stesse.
Consapevoli della necessità di una immediata discussione con l'area tecnica dell'Ente per valutare le opportune modifiche al nuovo calendario 2011, ribadiamo comunque la nostra volontà di incominciare l'attività 2011 con il nuovo calendario, in considerazione anche dell'approvazione dei criteri generali utilizzati per la stesura della bozza di calendario 2011 scaturita durante l'incontro del 21 dicembre u.s. con le categorie del trotto.
In mancanza di tale convocazione entro le prossime 24 ore, le suddette categorie si vedranno costrette a dichiarare lo stato di agitazione che sfocerà nella astensione dalla dichiarazione dei partenti."
AGIT
ANF
ARTIASSOGALOPPO
FENGAT
FIPT
UPT

Questa news è stata letta 744 volte dal 30 Dicembre 2010